450 immigrati abbandonati in mare: sbarcati in Calabria

COSENZA ore 09:15:00 del 04/01/2015 - Genere: Cronaca, Sociale

450 immigrati abbandonati in mare: sbarcati in Calabria

450 immigrati abbandonati in mare: sbarcati in Calabria | L’analisi di Italiano Sveglia

In questo periodo si parla tanto della questione Immigrati e le zone più “colpite” da questo fenomeno sono soprattutto le regioni del sud Italia, vero ingresso di tutti gli emigranti africani. Se da una parte la questione è davvero delicata, dall’altra non possiamo avere il cuore duro verso queste persone che comunque sono disperate. Il mercantile, lungo una sessantina di metri con bandiera della Sierra Leone, è stato individuato da un aereo delle Capitanerie di Porto a 80 miglia ad Est di Crotone. Via radio uno dei presunti migranti a bordo ha riferito che l’imbarcazione è stata abbandonata dall’equipaggio e che naviga senza nessun uomo al timone. A bordo, come detto, circa 450 persone (tra cui bambini e donne incinte).

Subito dopo il messaggio d’aiuto è stato chiesto e ottenuto l’impiego della nave islandese Tyr della missione Frontex che ha intercettato il mercantile intorno alle 18:50 di giovedì sera. I profughi, al termine delle operazioni di soccorso, saranno trasferiti in strutture di accoglienza collocate fuori dai confini calabresi quali: Campania, Sicilia, Toscana e Lombardia, come ha spiegato il Prefetto di Cosenza, Gianfranco Tomao, dal momento che nella Regione non ci sono disponibilità nei centri di accoglienza attivi.

Sulla banchina, oltre all'imponente macchina dei soccorsi, con Protezione Civile e Croce Rossa in testa, c'era anche il Questore di Cosenza, Luigi Liguori, i vertici della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della Polizia di Stato, ma anche il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Occhiuto, che ha seguito direttamente le operazioni di prima accoglienza nell’area portuale della città ausonica. Massiccia, inoltre, la presenza degli operatori del 118, con al seguito medici e infermieri professionali, degli ospedali di Corigliano e Rossano. Encomiabile, infine, il lavoro dei soccorritori.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
PUGLIA IN RIVOLTA! Citta' militarizzata in difesa del GASDOTTO! VIDEO
PUGLIA IN RIVOLTA! Citta' militarizzata in difesa del GASDOTTO! VIDEO

-

In questo video, un cordone di uomini è stato utilizzato per proteggere l'abbattimento di un ulivo secolare.
Gli abitanti di Melendugno in Puglia, hanno avuto un risveglio orwelliano,...

Truffe telefoniche 2018 per svuotare i nostri conti!
Truffe telefoniche 2018 per svuotare i nostri conti!

-

I nostri smartphone, e pure gli apparecchi fissi delle nostre case, sono diventati una facile porta di accesso per i tanti truffatori che ormai operano a livello internazionale
I nostri smartphone, e pure gli apparecchi fissi delle nostre case, sono...

Prostituzione: legalizzarla e' GIUSTO!
Prostituzione: legalizzarla e' GIUSTO!

-

Qual è dunque la formula migliore per ridurre il fenomeno, o quantomeno per limitare l'appannaggio totale, e quindi il profitto, della criminalità?
Qual è dunque la formula migliore per ridurre il fenomeno, o quantomeno per...

La Pianura Padana? PRIMA IN EUROPA per atmosfera INQUINATA!
La Pianura Padana? PRIMA IN EUROPA per atmosfera INQUINATA!

-

Tra automobili, riscaldamenti domestici accesi nonostante il caldo tardivo e disastrosi incendi boschivi nelle valli alpine, in ottobre l’intera pianura Padana si è trasformata in una camera a gas.
La Valle del Po ha conquistato il primato di area con l’atmosfera più malsana...

215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...
215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...

-

Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille stuprate, 33.255 vittime di abusi fisici o psicologici, 1.240 costrette a sposarsi con la forza.
Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati