Arezzo: disarma bandito col fucile

AREZZO ore 17:22:00 del 10/11/2014 - Genere: Cronaca

Arezzo: disarma bandito col fucile

Arezzo | Disarma bandito dotato di un pericolosissimo fucile

Quando si ha coraggio nella vita possiamo dire che abbiamo avuto tutto. Raffaele Zelli ha subito avvertito i carabinieri di Pergine ai quali ha consegnato l’arma nel corso della stessa serata. Possiamo ipotizzare che da parte delle forze dell’ordine il controllo delle impronte digitali, escludendo ovviamente quelle di Raffaele e dell’amico che ha scaricato il fucile. A quanto pare i carabinieri potrebbero aver individuato una cerchia ristretta di personaggi sospetti tra i quali, forse, si annida l’autore dell’irresponsabile gesto. Insomma, il caso dell’assalto al bar potrebbe trovare una soluzione nel giro di pochi giorni.

Ha disarmato il suo rapinatore che aveva con sè un fucile e poi, insieme ai clienti del suo locale, lo ha inseguito fino a perdere le sue tracce. L'eroe per caso è Raffaele Zelli, 43 anni, titolare del bar al centro di Pergine Valdarno. Sono le 23 di sera, giovedì. Il locale è aperto, insieme al titolare, ci sono tre persone, tra cui un bambino. Nella sala accanto, sei astanti sono intenti a giocare accanitamente a carte. «Ho visto quest’uomo entrare nel bar con una doppietta in braccio - racconta Raffaele - aveva il volto coperto da un passamontagna, si è avvicnato a me con fare minaccioso e mi ha puntato il fucile al petto, a un ventina di centimetri di distanza. Gli ho detto, ma che sei scemo, cosa vuoi fare? E forse la mia aggressività lo ha sconcertato... Lui con il fucile ha indicato la cassa, ci saranno stati 150 euro sì e no, io la sera non ci tengo tanto denaro. Quando però ha spostato la canna, d’istinto gli ho afferrato il fucile strappandoglielo dalle Mani. Lui a quel punto è scappato. Ho gridato e insieme agli altri che in quel momento erano nel bar l’abbiamo inseguito. Niente da fare, è fuggito nei campi e ha fatto perdere le tracce. Il fucile è rimasto a me, era la prima volta che avevo un’arma in mano, l’ha aperto un amico e abbiamo visto che c’erano due proiettili in canna». 

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Vaccini: 300 bambini irregolari espulsi alle materne
Vaccini: 300 bambini irregolari espulsi alle materne

-

Le famiglie non hanno inviato la documentazione necessaria a certificare la regolarità vaccinale
Oggi è l’ultimo giorno utile per regolarizzarsi con la documentazione che...

1 settimana di sciopero in Germania? AUMENTO DI 240 EURO IN ARRIVO!
1 settimana di sciopero in Germania? AUMENTO DI 240 EURO IN ARRIVO!

-

Aumento di 240 euro al mese per gli infermieri tedeschi dopo una settimana di scioperi
Un aumento salariale dell’8% in tre anni interesserà oltre 1 milione di...

Come l'ISLANDA ha sconfitto la FINANZA INTERNAZIONALE
Come l'ISLANDA ha sconfitto la FINANZA INTERNAZIONALE

-

Nazionalizzazione delle banche e democrazia diretta e partecipata: la “rivoluzione silenziosa” dell’ Islanda che ha permesso agli islandesi di riappropriarsi dei propri diritti
L’hanno definita una ‘rivoluzione silenziosa’ quella che ha portato l’Islanda...

Cannabis Legale: 200 000 posti di lavoro negli USA grazie a TRUMP
Cannabis Legale: 200 000 posti di lavoro negli USA grazie a TRUMP

-

Grazie a questi dati statali, Leafly e Whitney hanno rilevato le maggiori perfrmance sull'occupazione da cannabis nel 2018 in Florida, Nevada, Pennsylvania e New York, con un 2019 che si prevede con enormi opportunità in California, Massachusetts, Florida
Secondo un nuovo rapporto di Deep Immersion Report di Leafly e della società...

Congo: 6 milioni di morti nel SILENZIO ASSOLUTO di tutti
Congo: 6 milioni di morti nel SILENZIO ASSOLUTO di tutti

-

Dal momento che la guerra sembra sull'interna Africa, nessuno può accusare gli Stati Uniti e altre potenze occidentali di sfruttare le risorse e le ricchezze del Congo
Un genocidio è in corso, più di 6 milioni di persone (la metà sono bambini sotto...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati