Boschi junior assunto in una coop rossa: preso per il curriculum! Si, come no

RAVENNA ore 08:40:00 del 04/04/2016 - Genere: Cronaca, Denunce, Politica - Boschi

Boschi junior assunto in una coop rossa: preso per il curriculum! Si, come no

Le politiche per l’occupazione giovanile del governo Renzi? Funzionano. Per avere conferma chiedete al 28enne Pier Francesco Boschi

Le politiche per l’occupazione giovanile del governo Renzi? Funzionano. Per avere conferma chiedete al 28enne Pier Francesco BoschiMaria Elena Boschi, assunto in una coop rossa di Ravenna. A darne notizia come ricorda il sito Formiche,  che ricorda con l’occasione la carriera fortunata di un altro fratello della Boschi, Emanuele Boschi, 33 anni.

Appena laureato, nel 2007, Alla Cooperativa Muratori e cementisti di Ravenna Dopo lo scandalo e il commissariamento della Banca con la rimozione di papà Boschi, Emanuele è andato a lavorare, [tag6]«nello studio legale di Umberto Tombari, dove all’epoca lavorava Francesco Bonifazi, suo ex fidanzato, oggi un “renziano” di ferro e tesoriere del Pd, ancora molto amico di Maria Elen. Non uno studio legale qualsiasi, ma il più importante di Firenze in tema di diritto societario».

I curriculum di Pier Francesco ed Emanuele Boschi

Carriera altrettanto fortunata per Pier Francesco, il più piccolo dei fratelli Boschi.  Nato nel 1988, ad appena 27 anni è già un ingegnere assunto con contratto regolare alla Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna, la storica cooperativa rossa. Interpellato dal Fatto quotidiano, il direttore generale della coop, Roberto Macrì ha risposto: «Pier Francesco Boschi è un laureato con ottimi voti, mi pare 106 su 110, in ingegneria a Bologna. Non so come è stato selezionato ma escludo che sia stato raccomandato da qualcuno».

Cade dalle nuvole anche l’ex amministratore delegato della coop Cmc, Dario Foschini, che era in carica quando Boschi junior venne assunto: «Solo dopo la sua assunzione, parlando con i miei collaboratori, ho scoperto che il fratello del ministro Boschi lavora con noi». Ad assicurare che non sia un raccomandato, dicono dalla coop, il fatto che Pier Francesco Boschi è stato trasferito in un cantiere di Caltanissetta. «Se io fossi un raccomandato non mi farei trasferire in Siciliia», spiega Macrì. A 27 anni, appena laureato, Boschi è stato assunto solo per il suo corso di studi. Un segnale di speranza per i giovani laureandi italiani. [tag6]prendono tutti per il curriculum.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Per 4,5 milioni di famiglie CURARSI e' un LUSSO
Per 4,5 milioni di famiglie CURARSI e' un LUSSO

-

I dati della ricerca del Crea dell’Università Tor Vergata di Roma: si allarga il divario dei finanziamenti tra Italia e Ue e per il 5,5% delle famiglie curarsi è diventato ormai un lusso
Con la crisi economica che ha colpito il Paese, gli italiani da tempo hanno...

INTERCETTAZIONI: Lavoratori minacciati per iscriversi alla CISL
INTERCETTAZIONI: Lavoratori minacciati per iscriversi alla CISL

-

Vaccaro è stato sospeso da ogni carica come ha fatto sapere il segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota
Tra le immagini presenti nel suo profilo Facebook ce n’è una che lo ritrae con...

Crescita ZERO: a rischio quota 100 e reddito di cittadinanza
Crescita ZERO: a rischio quota 100 e reddito di cittadinanza

-

Crescita quasi piatta per l’Italia il prossimo anno allo 0,3%: è una doccia gelata quella che gli analisti di Oxford Economics stimano per il PIL tricolore, molto più modesto dell’1 per cento scritto dal governo nella legge di bilancio.
Crescita quasi piatta per l’Italia il prossimo anno allo 0,3%: è una doccia...

Reddito di cittadinanza: tetto ai contanti, obbligo di spesa e paletti, cosa non sapete
Reddito di cittadinanza: tetto ai contanti, obbligo di spesa e paletti, cosa non sapete

-

Ogni promessa è (un) debito. L' impegno elettorale ieri sera si è trasformata in realtà, e vale circa 6 miliardi di nuovo debito sui conti pubblici
Ogni promessa è (un) debito. L' impegno elettorale ieri sera si è trasformata in...

Juve Milan, vergogna BANTI: come mai non va alla VAR?
Juve Milan, vergogna BANTI: come mai non va alla VAR?

-

L’intervento di Emre Can su Conti probabilmente meritava il rigore e avrebbe potuto cambiare la storia di Juve-Milan. Ma il problema non è questo. O meglio, non è solo questo
L’intervento di Emre Can su Conti probabilmente meritava il rigore e avrebbe...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati