Cari genitori: si insegna con l'ESEMPIO. Buttate gli SMARTPHONE e parlate con VOSTRO FIGLIO

(Ancona)ore 07:27:00 del 22/12/2017 - Genere: , Curiosità, Sociale

Cari genitori: si insegna con l'ESEMPIO. Buttate gli SMARTPHONE e parlate con VOSTRO FIGLIO

Dire di sapere è dell'ego e a un mago errante non serve a niente....

Dire di sapere è dell'ego e a un mago errante non serve a niente.
Molto meglio il silenzio, ché nel silenzio si può ascoltare la propria voce interiore e il proprio spirito.
Affermare di conoscere è anch'esso dell'ego, il che va anche bene, come passo preliminare, ma prima o poi il mago errante deve passare all'azione, al mostrare e dimostrare con i fatti.
Questo passaggio è sfuggito a un mucchio di persone e anche a me per diversi mesi. Si parla tanto, dovunque, sempre, di ciò che si è , di ciò che si sa.. nell'ambiente della spiritualità e dell'esoterismo questa antipatica tendenza è diventata quasi uno standard ma anche in tutti gli altri ambiti della mia vita, dal fumetto alle relazioni interpersonali, mi accorgo sempre di più di come, minore è l'energia di una persona, maggiori sono le chiacchiere che quella persona deve spendere nel convincere gli altri di essere o sapere. 
Ma sono convinto che ciò che si sa davvero lo si esprime con l'esempio nella propria vita, più che con i titoli o i nomignoli, più che con l'esibizione di elaborate teorie.

Conosco gente più spirituale di molti spiritualisti, persone che non conoscono nulla di metafisica o esoterismo che lavorano negli ospedali, nei supermercati o fanno i camerieri a un ristorante e che esprimono molto più potere di molti insegnanti autoproclamatisi tali.
Conosco molti più maghi nel mondo del fumetto che nelle cerchie della magia e dell'occultismo, persone in grado di vedere la realtà in modi che sono molto più vicini alle dimensioni sottili di quanto essi stessi crederebbero. E in genere i più bravi sono anche quelli che parlano di meno, che devono spiegare meno, che devono dimostrare meno. Fanno, e questo è sufficiente.
Il loro fare è ciò che crea energia e ciò che porta loro i risultati, e non il parlare o lo sbattersi troppo.
E' così che testo la veridicità dei passaggi di 'Un corso in miracoli' quando afferma che ciò che fai attesta ciò in cui credi.
Mi rendo sempre più conto che sapere con la mente, conoscere nozioni, non ha nulla a che vedere col metterle in pratica con il farle funzionare.  E' per questo che credo che la grandezza, il potere e l'energia crescano realmente solo nel silenzio interiore e nel fare, e che la chiacchiera serva solo a dissipare tale potere. 

Da: QUI

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze
10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze
(Ancona)
-

Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che vivessimo nel peggiore dei mondi possibili e che la felicità fosse solo un’illusione.
Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che...

Record rimozione tumore al fegato: PREMIO MONDIALE PER OSPEDALE ITALIANO
Record rimozione tumore al fegato: PREMIO MONDIALE PER OSPEDALE ITALIANO
(Ancona)
-

All’Ospedale Mauriziano di Torino una equipe di medici chirurghi ha rimosso una grande massa tumorale dal fegato di una donna senza aprirle l’addome.
All’Ospedale Mauriziano di Torino una equipe di medici chirurghi ha rimosso una...

AUTOSTRADE ELETTRICHE: per una volta Italia PRIMA DI TUTTI?
AUTOSTRADE ELETTRICHE: per una volta Italia PRIMA DI TUTTI?
(Ancona)
-

In Italia arrivano le autostrade elettrificate, ecco come i camion viaggeranno a zero impatto ambientale
La sperimentazione interesserà un tratto di 6 km della A35 Brebemi e i camion...

Come allenare il tuo CERVELLO a SMETTERE DI PREOCCUPARTI
Come allenare il tuo CERVELLO a SMETTERE DI PREOCCUPARTI
(Ancona)
-

La depressione si concentra su eventi passati che si desidera cambiare, mentre la preoccupazione si concentra su eventi futuri che non possono essere controllati
La depressione si concentra su eventi passati che si desidera cambiare, mentre...

Non utilizzare lo SMARTPHONE DI NOTTE: ecco perche'
Non utilizzare lo SMARTPHONE DI NOTTE: ecco perche'
(Ancona)
-

Tutti usiamo i nostri smartphone, ogni giorno. Anche quando dormiamo, tendiamo a lasciarlo vicino alla nostra testa
Tutti usiamo i nostri smartphone, ogni giorno. Anche quando dormiamo, tendiamo a...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati