Case popolari? Su 200 ben 134 agli immigrati!

(Milano)ore 20:06:00 del 14/11/2017 - Genere: , Denunce, Sociale

Case popolari? Su 200 ben 134 agli immigrati!

Sembrerà di essere catapultati in un'altra parte del mondo, non certo l'Italia.

Sembrerà di essere catapultati in un'altra parte del mondo, non certo l'Italia. E forse sarà un caso, ma tra primi 200 nominativi della classifica relativa al bando integrativo appena pubblicata da Palazzo Marino, gli italiani sono una sparuta minoranza. Altro che autoctoni. Sono solo 66 contro i 134 stranieri che la fanno da padrone. Come troppo spesso accade.

Possibile che solo il 33% degli alloggi popolari finisca agli indigenti italiani, contro il 70% delle famiglie di immigrati? "E' l'ennesima dimostrazione di un sistema di welfare che penalizza gravemente gli italiani in difficoltà - fa notare Silvia Sardone, consigliera comunale di Forza Italia - In una città come Milano va a sommarsi ad altre ingiustizie con sproporzioni assurde: il 70% dei sussidi per famiglie in difficoltà va a stranieri cosi come il 50% delle borse lavoro per disoccupati e soggetti svantaggiati finisce a non italiani".

Il solo fatto che le case popolari siano assegnate con il criterio della residenza anziché con quello della cittadinanza a noi pare che sia un abuso gravissimo. Anche perché qualsiasi straniero dopo 10 anni di residenza in Italia (e relativa buona condotta) può diventare cittadino italiano, quindi gli stranieri non ci perderebbero niente con quest' altro sistema. Fermo restando che i profughi devono comunque trovare sempre una collocazione, se l' immigrato d' altro genere non è in grado di pagarsi un affitto in Italia è giusto ed opportuno che se ne vada a cercare fortuna altrove. A sentir parlare i nostri politici sembra che l' Italia sia l' unica zattera salendo sulla quale tutta la popolazione del mondo può sopravvivere. Così non si fa altro che penalizzare gli italiani (di qualunque origine) che pagano le tasse. un simile sistema non ha senso. Grazie comunque per averci informati. Credo che tutti i lettori fossero convinti, come me, che le case popolari venissero assegnate agli stranieri già naturalizzati italiani. Scoprire che invece è il contrario è un bel passo avanti.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
L'Italia nell'Ue finira' all'inferno: cosi' CRAXI 20 ANNI FA
L'Italia nell'Ue finira' all'inferno: cosi' CRAXI 20 ANNI FA
(Milano)
-

Unione Europea uguale: declino, per l’Italia, la prima vittima dell’euro, grazie a un certo Romano Prodi.
Unione Europea uguale: declino, per l’Italia, la prima vittima dell’euro, grazie...

Generare temporali a comando. Il folle progetto di Teller
Generare temporali a comando. Il folle progetto di Teller
(Milano)
-

Tutto pianificato a suo tempo, già nel 1997, durante il convegno di Erice, dove fu presentato il folle progetto Teller, poi messo in pratica nell’Europa.
Tutto pianificato a suo tempo, già nel 1997, durante il convegno di Erice, dove...

La sinistra DEMOCRATICA? Bruciati manichini di SALVINI E DI MAIO - VIDEO
La sinistra DEMOCRATICA? Bruciati manichini di SALVINI E DI MAIO - VIDEO
(Milano)
-

Studenti in piazza bruciano i manichini di Salvini e Di Maio
Torna l’autunno e tornano le mobilitazioni studentesche (di...

Rc auto: un lusso per gli italiani, soprattutto al Sud
Rc auto: un lusso per gli italiani, soprattutto al Sud
(Milano)
-

Le Rc auto dei neopatentati sono ormai un vero e proprio lusso, in particolare al Sud, ove possono toccare i 6700 euro, come dimostrano i dati forniti dall'osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva
Le Rc auto dei neopatentati sono ormai un vero e proprio lusso, in particolare...

Schiavi della finanza, grazie a POLITICI TRADITORI
Schiavi della finanza, grazie a POLITICI TRADITORI
(Milano)
-

«Di tutti i modi per organizzare l’attività bancaria, il peggiore è quello che abbiamo oggi» (Sir Mervyn King, ex governatore della Banca d’Inghilterra).
«Di tutti i modi per organizzare l’attività bancaria, il peggiore è quello che...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati