Come TERMINI MUORE di uno SPAVENTOSO DEGRADO

(Roma)ore 14:16:00 del 16/12/2018 - Genere: , Ambiente, Denunce, Politica, Sociale

Come TERMINI MUORE di uno SPAVENTOSO DEGRADO

Parliamo del progetto di canalizzazione del traffico in funzione anti-sosta selvaggia delle zone circostanti alla Stazione Termini.

Parliamo del progetto di canalizzazione del traffico in funzione anti-sosta selvaggia delle zone circostanti alla Stazione Termini. Come molti nostri lettori sanno - perché abbiamo elogiato il provvedimento nelle sue parti azzeccate, perché abbiamo criticato i tanti difetti del provvedimento e perché abbiamo parecchie volte approfondito con foto, video e riflessioni - da qualche tempo alcune strade attorno alla Stazione sono state dotate di un sacrosanto sistema di canalizzazione del traffico. 

La cosa interessante è che nelle sue primissime stesure il provvedimento non riguardava, come è poi avvenuto, soltanto Via Marsala e Via Giolitti, ma anche Via Gioberti. Ad oggi Via Giolitti funziona relativamente (abbastanza bene vicino alla stazione, abbastanza male allontanandosi dove la canalizzazione diventa singola e non doppia); Via Marsala funziona male perché viene consentito alle auto di usare una corsia  per la sosta parcheggiandosi in parte sul marciapiede; mentre Via Gioberti non è stata minimamente toccata dal provvedimento. Si è completamente dimenticato di sistemarla. 

Le conseguenze sono ormai evidenti. Le persone via via che passano i mesi si sono abituate e hanno compreso che a Via Giolitti e Via Marsala non è facile come un tempo fermasi "un attimino" per fare un kiss & ride bloccando tutto; questo ha comportato che molti hanno cambiato i loro costumi, molti finalmente hanno capito che c'è un comodo kiss&ride peraltro regolare di fronte alla Stazione, molti hanno capito che conviene andare coi mezzi, molti altri hanno cercato altre strade dove esprimere tutta la loro inciviltà in termini di sosta selvaggia.

E quale strada ne ha fatto le spese? Ovviamente Via Gioberti, proprio la strada che doveva beneficiare di una riqualificazione che però non c'è mai stata. Tutto il lato sinistro di Gioberti è devastato dalla sosta selvaggia, ad ogni ora, come se non bastasse la sfilza di bancarelle vomitevoli che umiliano questa strada. Questo comporta una congestione terribile del traffico che va a scapito degli autobus e dei taxi che passano in questa strada e che sono qui per condurre in velocità e puntualmente le persone alla stazione. Capita, insomma, che bus e taxi rimangano bloccati qui in una congestione dovuta esclusivamente alla doppia fila e che non possano utilizzare minimamente la corsia preferenziale sia a causa della doppia fila a destra sia per il fatto che la corsia stessa viene spesso utilizzata dai taxi per far scendere i passeggeri (in assenza, ad onor del vero, di serie alternative di drop off). Insomma chi deve transitare si blocca e la strada - peraltro piena di spazzatura, loschi figuri, brutti ceffi, trans e prostitute - risulta essere un posto davvero spiacevole. 



Il sogno (che sarebbe normalità in tutte le città del mondo) per Via Gioberti sarebbe quello di una strada elegante, con larghissimi marciapiedi, con due corsie carrabili (una preferenziale e una normale) al centro ben canalizzate per evitare la sosta, con i grandi alberghi e i ristoranti che si affacciano con i loro dehors tutti uguali. Un collegamento di fatto pedonale che interrompe l'isolamento della stazione, una spina di luce nella tristezza di questo pezzo marcio e dall'aspetto sinistro di città, un link anche visivo tra Stazione e Santa Maria Maggiore. Una scorciatoia già esistente ma oggi abbandonata che porta la Stazione in centro, a Monti, all'Esquilino. E il centro in stazione.
Si perdono tanti posti auto e posti moto? E certo, ma tra pochi mesi apre sopra la stazione un parcheggio gigantesco, con migliaia di posti. E si vorrà o non si vorrà fare qualcosa a seguito di questo? Quella offerta di parcamento la sopra deve essere eliminata dalle strade e un progetto simile su Via Gioberti va esattamente in questa direzione
In alternativa sarebbe molto risolutivo anche semplicemente proteggere con cordoli le preferenziali già esistenti (già esistenti!) di Gioberti e Turati, e le cose cambierebbero già non poco. 

Ma davvero non si capisce quanto è cruciale mettere in sicurezza i dintorni del secondo scalo ferroviario più frequentato d'Europa? Ma davvero non si capisce che questa area di città deve essere controllatissima, illuminatissima, curatissima più di ogni altra? Ma quale interesse c'è a tenere in queste condizioni vomitevoli l'area circostante a Termini? Riqualificare profondamente Via Giolitti togliendo ambulanti e sosta selvaggia potrebbe a cascata risolvere tutti gli altri problemi.

Da: QUI

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
(Roma)
-

Oltre il 97% delle persone ricerca informazioni sanitarie online. Ma spesso i risultati sono inaffidabili e portatori d’ansia
SEMPRE PIU' PERSONE ANSIOSE PER RICERCHE MALATTIE SU GOOGLE - 2 americani su 5...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Roma)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...

Sondaggi, centrodestra sopra il 50% contro il governo ABUSIVO
Sondaggi, centrodestra sopra il 50% contro il governo ABUSIVO
(Roma)
-

Nuovo record positivo per il centrodestra sull’onda della vittoria in Umbria, mentre i partiti della maggioranza faticano
SONDAGGI, CENTRODESTRA SOPRA IL 50% - La Lega resta saldamente il primo partito...

Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
(Roma)
-

La plastic tax sarà un vero e e proprio colpo per molte industrie del settore e a rimetterci saranno in particolare alcune regioni italiane.
TASSA SULLA PLASTICA, REGIONI E PRODOTTI PIU' COLPITI - Quali sono i prodotti...

Torino: 25centesimi al KM se vai a lavoro in bici
Torino: 25centesimi al KM se vai a lavoro in bici
(Roma)
-

Un nuovo progetto a favore dell’ecosostenibilità è stato lanciato nella zona ovest di Torino: più pedali e più guadagni.
PAGATI PER ANDARE A LAVORO IN BICI - Bogia in piemontese vuol dire “muoviti” e...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati