Crisi senza fine: ma solo i nostri politici sono ottimisti?

BOLZANO ore 15:20:00 del 03/12/2014 - Genere: Denunce, Editoria, Lavoro, Politica, Sociale

Crisi senza fine: ma solo i nostri politici sono ottimisti?

Crisi senza fine: ma solo i nostri politici sono ottimisti? | Analizziamo il fenomeno con Italianosveglia

Insomma, Presidente Berlusconi Lei continua ad essere ottimista? «Il nostro Paese è quello che sembra andare meglio in Europa. E noi riteniamo che il dovere del governo continui ad essere quello di invitare i cittadini a non avere paura e a non cambiare il loro stile di vita e le loro abitudini di acquisto. Solo così si potrà diminuire la profondità della crisi e la sua estensione temporale. I catastrofisti che imperversano sulle gazzette della sinistra non fanno che peggiorare la situazione perché, superato il momento più drammatico della crisi finanziaria, è proprio il fattore psicologico che condiziona la domanda dei consumatori e quindi la produzione. Ancora una volta dunque forza e coraggio». 

Mettiamola così. Il potere d'acquisto delle famiglie di ceto medio/medio-basso non è ottimale (checchè ne dica Brunetta) e l'abbassarsi dell'inflazione ha i suoi vantaggi e svantaggi, inoltre siamo abbastanza risparmiatori e non ci sono state le speculazioni sul mattone avvenute in Spagna e in altri paesi, così come non siamo esposti allo stesso modo dell'est Europa. In linea di massima chi ha un posto sicuro e un reddito medio-alto forse ancora non percepisce pienamente la crisi. Se ne risentirà di più quando aumenteranno (tra chiusure, delocalizzazioni e balle varie) disoccupati, lavoratori in mobilità e cassaintegrati senza adeguate soluzioni, con rischio di crescenti tensioni sociali e pagheremo sulla nostra pelle le conseguenze di un aumento sul debito pubblico (già martoriato da anni di manovre politiche inadeguate) con conseguente inasprimento della pressione fiscale. A questo si aggiungono le banche che con grande probabilità diverranno ancora più selettive nella concessione del credito. Non ci si deve fasciare la testa prima di essersela spaccata, ma sarebbe bene anche smetterla di insaponare il pavimento e poi pretendere di farci subito sopra i centometristi a occhi chiusi su una gamba sola. 

Come rispondere a Berlusconi. Come faccio io, persona comune che lavora per portare i soldi a casa, a continuare a comprare come facevo prima? Nonostante Berlusconi  dica che la crisi è finita(mentre MedioBanca dice che finirà a fine 2018), come mai siamo ancora tutti in cassa integrazione? Come ben saprà signor Berlusconi, la cassa integrazione non ti dà il 100% dello stipendio, quindi non posso spendere come prima, e aggiungo anche, con l'aumento dei prezzi dei beni di prima necessità, arrivare a fine mese è ancora più dura. Cito le sue parole, presidente Berlusconi, "andate a lavorare in nero". Ma presidente! Non è forse un tipo di lavoro non permesso? "allora sposate un miliardario".

Più che effetto psicologico, è un effetto del portafoglio, se è vuoto è vuoto. Certo potrei farmi fare un prestito dalla banca, ma poi con quali soldi ripago la banca? Qualcosa perderò se non posso ripagare il prestito alla banca. Detto questo e prendendo atto che la GerMania comanda ogni modifica dell'attuale crisi, in cui e da cui la Germania ha guadagnato molto, vorrebbe dire mettere in discussione il dominio dei tedeschi stessi e questo per loro è inaccettabile. Se potessero imporrebbero l'austerità a tutto il pianeta, al sistema solare e all'universo conosciuto. La linea temporale è decisamente sfalzata: i tedeschi sono rimasti all'economia colonialista stile XIX secolo; gli altri Paesi no. Non si può chiedere il permesso ai tedeschi per ogni cosa occorre fermarli. Ma nessuno lo vuole fare. Ma come buon italiani siamo abituati a fare le vittime, per questo motivo la svolta deve venire da noi stessi.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
La fine (PROGRAMMATA) della democrazia
La fine (PROGRAMMATA) della democrazia

-

I veri padroni del mondo non sono più i governi, ma i dirigenti di gruppi multinazionali finanziari o industriali, e di istituzioni internazionali opache (FMI, Banca mondiale, OCDE, OMC, banche centrali).
I veri padroni del mondo non sono più i governi, ma i dirigenti di gruppi...

Tutti gli sgravi della Manovra: dai bonus asili nido e cultura alle detrazioni casa
Tutti gli sgravi della Manovra: dai bonus asili nido e cultura alle detrazioni casa

-

La manovra del cambiamento non ha modificato granché le detrazioni e i bonus fiscali già esistenti.
La manovra del cambiamento non ha modificato granché le detrazioni e i bonus...

Pignoramento e Decreto Semplificazioni: cosa cambia
Pignoramento e Decreto Semplificazioni: cosa cambia

-

Il decreto Semplificazioni, diventato legge, cambia le regole del pignoramento di immobili. Il debitore che vive nella casa dovrà andarsene solo dopo il decreto di trasferimento.
Il decreto Semplificazioni, diventato ormai legge, prevede una modifica...

Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI
Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI

-

Il Sud è stato raccontato come il territorio dei nullafacenti che aspirano al sussidio. Converrà rovesciare il punto di vista. È il luogo dove si fanno 800 chilometri per conquistarsi un contratto.
La politica che si interroga sui motivi della rivolta elettorale del Sud...

Nuovo Codice della Strada per bici in citta', nuove norme: cosa cambia
Nuovo Codice della Strada per bici in citta', nuove norme: cosa cambia

-

Sì alle bici contromano nei centri abitati e ai semafori i ciclisti avranno la precedenza e potranno circolare sulle corsie riservate agli autobus e ai taxi
Bici in città: è in discussione in commissione Trasporti alla Camera il nuovo...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati