Cultura e Matera, il binomio è perfetto

MATERA ore 13:25:00 del 20/10/2014 - Genere: Cultura

Cultura e Matera, il binomio è perfetto

Battuta la concorrenza delle altre città italiane, fra cinque anni gli occhi saranno puntati sulla Basilicata

La festa in piazza, le strette di mano fra concittadini e i caroselli delle auto non si vedevano dall'ultimo Mondiale vinto della Nazionale Italiana. Invece venerdì sera a Matera, la città dei sassi più nota al mondo, è stata gioia inimmaginabili. La Basilicata ce l'ha fatta, il suo capoluogo di Provincia ha dimostrato al Vecchio Continente di avere ancora molto da dire e tantissimo da fare. La Capitale europea della Cultura è qui. Una gioia per tutta l'Italia, in particolare per quei territori troppo spesso bistrattati, dove la disoccupazione e l'illegalità occupano un'ampia fetta del quotidiano. Da dove ripartire? Dalla cultura, miglior risposta non potrebbe esserci. A scegliere Matera sono stati 7 dei 13 membri della giuria presieduta da Steve Green, una sorta di plebiscito che ha permesso di battere (anzi, di stracciare) tutta la concorrenza.

Niente da fare allora per le rivali, Cagliari, Lecce, Perugia-Assisi, Siena e Ravenna, che restano però solo apparentemente a bocca asciutta. D'altronde anche loro, come Matera, hanno lavorato a fondo sul progetto 2019 investendo risorse in termini di personale e di logistica. Ed allora ecco che questo sforzo non andrà disperso. D'altronde non è questa la logica: l'obiettivo è quello di stimolare il dibattito attorno alla cultura, senza che ci debba necessariamente essere un primo e un secondo. Già prima della proclamazione della vincitrice, infatti, il ministro Dario Franceschini e i sindaci delle diverse candidate hanno concordato che le cinque città perdenti diventeranno capitali italiane della cultura nel 2015 e nel 2016. Un’ipotesi questa che, una volta confermata dal Consiglio dei Ministri, contribuirà a valorizzare il lavoro svolto e che avrà importanti ricadute sul territorio.

Resta scontato che Matera avrà, nel 2019, gli occhi addosso da parte di tutto il Continente. Un aspetto che non spaventa nè i rappresentanti locali delle istituzioni nè il Governo italiano. Una buona governance, la partecipazione attiva dei cittadini, una spiccata creatività delle iniziative in programma, la dimensione europea e duratura del progetto, la valorizzazione della diversità culturale dei Paesi membri ma anche l’esaltazione degli aspetti comuni: questi sono i criteri che Matera è riuscita a soddisfare incarnando pienamente il senso di questa nomina.

Una nomina che la renderà baluardo in Europa, oltre che in Italia, della cultura del XXI secolo. Un futuro da gustarsi nel presente. Ed allora ecco che i lucani hanno festeggiato per un risultato - alla vigilia - non scontato. Ma si sapeva che Matera potesse essere la scelta giusta, rappresentando un trampolino di lancio culturale ed economico per tutto il Sud Italia.

Articolo tratto da: www.italianosveglia.com

 

Scritto da Albertone

ALTRE NOTIZIE
La Mafia e' stata ESERCITO DELLA CIA. ECCO LE PROVE SHOCK
La Mafia e' stata ESERCITO DELLA CIA. ECCO LE PROVE SHOCK

-

Si arriva alle stragi del 92, due magistrati siciliani stavano arrivando alle alte sfere del connubio stato mafia, l’esplosivo utilizzato in ambedue le stragi era di tipo militare e di produzione americana o inglese; un’altra incredibile coincidenza.
Nel 1942 la guerra pendeva dalla parte dei nazifascisti, il presidente degli...

Non  mi tirero' mai indietro! Il coraggio di Emanuela Loi, morta per proteggere Borsellino
Non mi tirero' mai indietro! Il coraggio di Emanuela Loi, morta per proteggere Borsellino

-

La terza fiction del ciclo ‘Liberi sognatori‘ è stata trasmessa da Canale 5 domenica 28 gennaio. Il film intitolato ‘La scorta di Borsellino‘ ha reso omaggio a Emanuela Loi, la poliziotta deceduta il 19 luglio 1992 nella strage di via D'Amelio.
La terza fiction del ciclo ‘Liberi sognatori‘ è stata trasmessa da Canale 5...

Meraviglie di Alberto Angela: gran finale questa SERA
Meraviglie di Alberto Angela: gran finale questa SERA

-

Con Castel del Monte e Alberobello in Puglia, gli etruschi tra Cerveteri e Tarquinia e le ville palladiane in Veneto si conclude il viaggio di Alberto Angela tra i siti italiani dichiarati dall'Unesco patrimonio dell'umanità.
Con Castel del Monte e Alberobello in Puglia, gli etruschi...

Claretta Petacci, la vera STORIA raccontata da MIRELLA SERRI
Claretta Petacci, la vera STORIA raccontata da MIRELLA SERRI

-

Clara a Salò gestisce i suoi uomini, le sue spie e i suoi fedelissimi. E i soldi, molti, molti soldi.
1. MIRELLA SERRI A “DAGOSPIA”: "CLARETTA NON FU UNA DONNA CHE SI IMMOLÒ...

MERAVIGLIE di Alberto Angela! STASERA su RAI1 in onda la TV CHE CI PIACE. GUARDATELO!
MERAVIGLIE di Alberto Angela! STASERA su RAI1 in onda la TV CHE CI PIACE. GUARDATELO!

-

ITINERARI D'ITALIA Il nuovo programma di Angela è anzitutto un impegno concreto a valorizzare i tesori dell'Italia.
RIPRENDE L'APPUNTAMETO CON LA TRASMISSIONE DI ALBERTO ANGELAMERAVIGLIE - LA...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati