Dieta dell'orologio per dimagrire con le...lancette!

(Genova)ore 19:35:00 del 30/07/2019 - Genere: , Salute

Dieta dell'orologio per dimagrire con le...lancette!

DIETA DELL'OROLOGIO, COME FUNZIONA - Dimagrire è tutta una questione di orari.

DIETA DELL'OROLOGIO, COME FUNZIONA - Dimagrire è tutta una questione di orari. Non ci credete? Allora provate la dieta dell’orologio, che svela quando mangiare per ridurre il grasso.

DIETA DELL'OROLOGIO, COME FUNZIONA - Secondo un recente studio scientifico infatti per tornare in forma e perdere i chili di troppo basta modificare gli orari in cui ci si mette a tavola. Lo studio è stato condotto dall’Università del Surrey, che ha individuato come il cambiamento d’orario nei pasti sia in grado di influire sull’assimilazione degli alimenti. Gli scienziati sono riusciti a scoprire che “l’alimentazione limitata nel tempo” aiuta a perdere peso in modo veloce ed evitando l’effetto yo-yo.

Lo studio ha coinvolto un piccolo gruppo di pazienti di entrambi i sessi, di 20-45 anni, tutti sovrappeso (dai 68 ai 100 kg di peso). A rotazione i partecipanti dovevano o consumare i pasti nell’arco di 12 ore (dalle 8 del mattino alle 20) per 4 giorni di seguito e poi sempre per 4 giorni mangiare solo nell’arco di 6 ore e digiunare per il resto della giornata.

DIETA DELL'OROLOGIO, COME FUNZIONA - «Nei partecipanti sottoposti a 'Early-time restricted-feeding' (una forma di «digiuno intermittente"), i tre pasti sono stati somministrati alle ore 8, 11 e 14 - spiega Poggiogalle - mentre nel gruppo di controllo alle 8, alle 14 e alle 20, secondo la media abituale degli orari dei pasti principali per la popolazione statunitense». 

Durante la "dieta dell’orologio" dopo l'ultimo pasto delle 14 non era consentita l’ingestione di alcun alimento, lasciando trascorrere circa 18 ore di digiuno fino al pasto successivo, continua. Anche se intuitivamente si pensa che in queste 18 ore la fame vada via via crescendo, sottolinea Poggiogalle, «lo studio ha rivelato che la distribuzione dei pasti entro le sei ore produce in realtà una riduzione dei livelli di "grelina", un ormone responsabile della sensazione di fame, altresì la sensazione di sazietà e il desiderio di cibo hanno mostrato la tendenza a ridursi». Inoltre, a parità di dieta, consumare i tre pasti nell’arco di sei ore nella prima parte della giornata ha un effetto "brucia-grassi" dovuto alla durata del digiuno che favorisce la mobilizzazione delle "scorte adipose" nel corpo, senza essere nocivo perché è limitato nel tempo. Sia la diminuzione dell’appetito, sia l’effetto brucia-grassi, conclude l’esperta, provano il potenziale dimagrante di questa dieta che andrà adesso sperimentata per più lunghi periodi di tempo per confermarne l’efficacia. 

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
(Genova)
-

Oltre il 97% delle persone ricerca informazioni sanitarie online. Ma spesso i risultati sono inaffidabili e portatori d’ansia
SEMPRE PIU' PERSONE ANSIOSE PER RICERCHE MALATTIE SU GOOGLE - 2 americani su 5...

Dieta del The' per dimagrire e depurarsi in 1 settimana
Dieta del The' per dimagrire e depurarsi in 1 settimana
(Genova)
-

Si dice che il tè abbia un impatto positivo sulla linea, soprattutto perché sembrerebbe favorire il consumo energetico e lo smaltimento dei grassi
DIETA DEL THE' PER DIMAGRIRE - Con la Dieta del Thè sapremo perdere peso e...

Cause di morte nel mondo: la top 10
Cause di morte nel mondo: la top 10
(Genova)
-

E' il cuore la prima causa di mortalità nel mondo
LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE NEL MONDO - Ogni anno, in Europa, oltre quattro...

Dieta ABS di David Zinczenko per dimagrire
Dieta ABS di David Zinczenko per dimagrire
(Genova)
-

Il motivo per cui Zinczenko è bravo e sa quello che fa è semplice
DIETA ABS DAVID ZINCZENKO - La dieta ABS di David Zinczenko è un regime...

Bimbi: smartphone riducono abilita' cognitive modificando il cervello
Bimbi: smartphone riducono abilita' cognitive modificando il cervello
(Genova)
-

Uno studio dell’università di Austin, in Texas, ha rivelato per esempio che la semplice presenza dello smartphone vicino a noi riduce la nostra capacità cognitiva anche del 20%
I DANNI DEGLI SMARTPHONE SUI BAMBINI - I bambini che trascorrono più tempo...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati