Ennesimo omicidio statale: perde tutti i suoi risparmi e si toglie la vita

(Vicenza)ore 08:44:00 del 20/06/2016 - Genere: Cronaca, Denunce

Ennesimo omicidio statale: perde tutti i suoi risparmi e si toglie la vita

Perde tutti i suoi risparmi e si toglie la vita. Ennesimo suicidio di Stato, quale banca lo ha distrutto

ENNESIMO OMICIDIO STATALE. ITALIA PAESE PER DELINQUENTI, NULLAFACENTI E CORROTTI!

Perde tutti i suoi risparmi e si toglie la vita. Ennesimo suicidio di Stato, quale banca lo ha distrutto

Un pensionato di Montebello Vicentino si è tolto la vita ieri sera, 15 giugno, nella propria abitazione perché aveva perso tutti i suoi soldi. L’uomo, 69 anni, si è sparato con una pistola regolarmente detenuta. Il fratello avrebbe riferito che l’uomo era da tempo depresso perché aveva investito i risparmi di una vita nelle azioni della Banca popolare di Vicenza.

In un biglietto l’uomo, ex operaio metalmeccanico, ha scritto: “Non ce la faccio più”. Ma le cause del tragico gesto sarebbero da ricondurre anche ad altro: sembra che fosse anche molto malato.

L’ex operaio, di 69 anni, si è ucciso ieri sera nella sua abitazione a Montebello Vicentino, sparandosi un colpo con una pistola revolver regolarmente detenuta. In un biglietto l’uomo ha scritto «non ce la faccio più», dando poi indicazioni sul suo funerale. Pare che l’uomo fosse molto malato.

Da quanto riporta il Giornale di Vicenza, che cita il fratello della vittima, l’uomo si chiama Antonio Bedin. E «aveva espresso la volontà di uccidersi da tempo perché aveva investito i risparmi di una vita nelle azioni BpVi».

L’avvocato Renato Bertelle, che difende azionisti della Banca popolare di Vicenza, ha riferito che l’ex operaio, assieme al fratello, si era rivolto al suo studio per una consulenza. «È solo il primo – ha detto – speriamo che non ce ne siano altri».

Secondo quanto emerso dagli accertamenti dei carabinieri, l’ex operaio aveva perso una cospicua somma negli investimenti bancari, anche se risulta avesse ancora significativi risparmi di denaro. Da tempo soffriva di problemi di salute a causa di varie patologie che gli creavano forti preoccupazioni sul proprio futuro, incidendo particolarmente sull’aspetto emotivo.

L’ipotesi che il suicidio sia legato alla perdita di parte dei risparmi sarebbe stata fatta, secondo quanto si è appreso, anche da un familiare nei momenti successivi alla scoperta della morte del congiunto.

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
Abruzzo? La Regione piu' CORROTTA d'Italia. LO STUDIO ISTAT
Abruzzo? La Regione piu' CORROTTA d'Italia. LO STUDIO ISTAT
(Vicenza)
-

L’11,5% delle famiglie abruzzesi, nel corso della vita, si è sentito chiedere denaro, favori, regali o altro in cambio di servizi e agevolazioni o ha dato soldi e regali in cambio di favori
L’11,5% delle famiglie abruzzesi, nel corso della vita, si è sentito chiedere...

Merkel sugli immigrati? Chiusura dei confini, deportazioni ed espulsioni di richiedenti asilo. ALTRO CHE SALVINI!
Merkel sugli immigrati? Chiusura dei confini, deportazioni ed espulsioni di richiedenti asilo. ALTRO CHE SALVINI!
(Vicenza)
-

Altro che Salvini. Le durissime proposte del partito della Merkel sui migranti
In Germania il partito di Angela Merkel, l’Unione cristiano-democratica,...

Aborti in Spagna, dove si spende 10 volte in piu' per uccidere che per prevenire
Aborti in Spagna, dove si spende 10 volte in piu' per uccidere che per prevenire
(Vicenza)
-

Paradossi: 34 milioni alle donne che abortiscono, 4 milioni alle mamme
Pubblicato il rapporto 2017 del ministero della Salute: il numero di...

Misteriosa influenza sta colpendo l'Italia: cosa sta succedendo?
Misteriosa influenza sta colpendo l'Italia: cosa sta succedendo?
(Vicenza)
-

Focolai di polmonite anomala che scoppiano improvvisamente a macchia di leopardo.L'esperto in diretta afferma che tali infezioni si contraggono per via aerosol
Focolai di polmonite anomala che scoppiano improvvisamente a macchia di...

Rispedire in Libia i migranti? Significa LASCIARLI MORIRE
Rispedire in Libia i migranti? Significa LASCIARLI MORIRE
(Vicenza)
-

Quando vengono rispediti a Tripoli finiscono in carcere in condizioni spaventose, senza acqua né cibo per giorni, sottoposti a torture, a rischio di epidemia e alla compravendita
Riportare i migranti in Libia significa salvarli, ripete da mesi il ministro...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati