Euro news: il costo della vita è raddoppiato

BENEVENTO ore 23:36:00 del 16/02/2015 - Genere: Economia

Euro news: il costo della vita è raddoppiato

Euro news: il costo della vita è raddoppiato. Oggi non si paga nemmeno l’affitto con 500 euro!

Il costo della vita dall’introduzione dell’Euro è pressochè raddoppiato: il rapporto è praticamente ½. Già alla metà degli anni '80 la società cominciava a diventare più burocratica e meno produttiva. Forse non si ricorda che la preparazione all'Euro fu costellata di vari episodi che iniziarono nel 1992 con un governo che mise una tassa sulla Salute, una sui conti correnti, svariate sulle piccole aziende promettendo l'albero dei zecchini di Pinocchio chiamato Euro. Non c'era nessun imprenditore privato convinto della bontà di entrare a tutti i costi nell'Euro; quando si trovarono oneri su oneri per produrre in regime di strangolamento l'economia era già minata alla radice.

Si era costruito un castello di carte e l'Euro fu il colpo che mise in luce i problemi di tutti: imprenditori che chiudevano a frotte e lavoratori della produzione con potere d'acquisto sempre più ridotto dal freno della burocratizzazione sempre più grande che non produce beni ma entropia. Non condividiamo la concezione secondo cui la lira valesse poco: con 470.000 lire l'industria comprava 1 tonnellata di acciaio da costruzione di qualità, offerta 60 gg. e con 9700 lire comprava 1 kg. di rame elettrolitico oscillazione listino +/-3% . Confronto oggi: 970 Euro/tonnellata l'acciaio da costruzione di qualità (4 volte tanto) salvo il venduto, mentre per il rame le quotazioni sono in tempo reale.

Dunque le materie prime strategiche sono aumentate del doppio rispetto al costo della vita, il costo della vita influenzato dalla caduta della produzione nazionale di beni primari a favore delle importazioni, dalle burocratizzazioni, dalla penetrazione nel mercato al dettaglio del capitale estero. Il drenaggio di capitali dall'Italia è stato un obbligo per consumare beni e arricchire con l'IVA al 20% le casse dello stato, mentre gli introiti fiscali dalle aziende (commerciali e di produzione ex italiane) venuti a mancare perchè sostituiti da operatori esteri. Il messaggio dall'industria appena udito è esplicito: L’ ITALIA NON MERITA PRODURRE per questo si interrompe la produzione con cassaintegrazione e indotto in ginocchio nel periodo natalizio.

Il Prof. Prodi è stato solo uno degli attori che accelerò la demolizione di una industria pubblica (investimento con i soldi del contribuente e lavoro di colletti blu seri e preparati) leader mondiale, il resto solo una china, anzi, un ghiaione.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Casalinghe in pensione a 57 anni: ecco i requisiti
Casalinghe in pensione a 57 anni: ecco i requisiti

-

Con soli 5 anni di contributi le casalinghe italiane potranno andare in pensione a 57 anni. Ecco una guida su come, quanto versare e quanto si prende.
Svolgere lavori domestici e prendersi cura della famiglia è un lavoro a tutti...

Reddito di Cittadinanza, importo da 780 euro: ecco chi ne avra' il diritto
Reddito di Cittadinanza, importo da 780 euro: ecco chi ne avra' il diritto

-

Il governo smentisce le ricostruzioni secondo cui l’assegno mensile sarebbe stato di 500 euro e conferma che l’importo del reddito di cittadinanza sarà di 780 euro.
Aveva fatto molto discutere l'analisi de Il Sole 24 Ore secondo cui l'importo...

Tredicesima su Pensioni Minime: bonus in arrivo!
Tredicesima su Pensioni Minime: bonus in arrivo!

-

Tredicesima su Pensioni Minime: il bonus aggiuntivo sta per arrivare.
Si tratta di una somma pari a 154,94 euro (le vecchie 300mila lire) introdotta...

Prestiti per artigiani in difficolta': come ottenerli
Prestiti per artigiani in difficolta': come ottenerli

-

Quando si è degli artigiani o degli imprenditori autonomi, potrebbe capitare di avere necessità di un prestito. Oggi ne vedremo alcuni tipi insieme.
Spesso quando si è degli artigiani o dei lavoratori autonomi potrebbe accadere...

60% degli immigrati con assegno assistenziale senza mai aver lavorato
60% degli immigrati con assegno assistenziale senza mai aver lavorato

-

L’Osservatorio sui cittadini extracomunitari, un apposito ufficio dell’Inps per monitorare l’impatto che l’immigrazione ha sul sistema pensionistico, ha pubblicato i dati relativi agli immigrati dell’anno 2017.
In pensione senza aver mai lavorato. Il 60% degli immigrati con assegno...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati