Expo 2015 Milano: tantissimi giovani sfruttati

COMO ore 16:10:00 del 27/02/2015 - Genere: Lavoro

Expo 2015 Milano: tantissimi giovani sfruttati

Expo 2015 Milano: tantissimi giovani sfruttati. Ti fanno lavorare, ma gratis!

Dopo il rapper Frankie Hi-Nrg e i movimenti no expo, in molti si iniziano a chiedere se si può considerare un “volontario”, alla stregua di chi assiste i bisognosi per spirito di solidarietà, chi lavora al più grosso evento commerciale avviato in Italia negli ultimi anni.

 Se lo sono chiesto ad esempio i responsabili del Forum diritti-lavoro, associazione di giuslavoristi e sindacalisti di cui è un membro di spicco l’ex leader della Fiom Giorgio Cremaschi. La risposta è no. L’associazione ha infatti Annunciato un esposto all’ispettorato del lavoro di Milano, contro l’accordo che ha aperto le porte dell’Expo al lavoro gratuito, firmato nel luglio 2013 dai sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil ed Expo spa. All’esposto seguiranno ulteriori iniziative quando i cosiddetti volontari inizieranno a lavorare, dal primo maggio prossimo.

È così si aggiunge un nuovo capitolo alla polemica che da mesi imperversa attorno al volontariato di Expo, che i movimenti No Expo e la sinistra sindacale considerano l’ultima spallata nel processo di demolizione dei diritti dei lavoratori.   I 10 MILA VOLONTARI reclutati con l’aiuto del Csv, Centro servizi per il volontariato, di Milano (per un costo di 1,2 milioni di euro) sono per ora l’unico dato certo sul lavoro generato dall’evento. L’iniziativa del Forum sembra avere solide basi. Innanzitutto la legge quadro del 1991 sul volontariato, che all’articolo due sancisce che “per attività di volontariato deve intendersi quella prestata in modo personale, spontaneo e gratuito, tramite l’organizzazione di cui il volontario fa parte, senza fini di lucro, anche indiretto, ed esclusivamente per fini di solidarietà”.

Così i giuristi del Forum spiegano che “Expo non può ricorrere alle associazioni di volontariato vista l’assoluta assenza dei fini di solidarietà imposti dalla legge, in un evento che è esclusivamente orientato a fini di lucro”. Una visione questa non lontana da quella sostenuta pubblicamente a inizio febbraio dal rapper italiano Frankie Hi-Nrg, che ha rinunciato al ruolo di Ambassador di Expo: “Ho sbagliato e chiedo scusa”, ha detto alla stampa, “la direzione che ha preso Expo è diversa da quella che avrei sperato.   “Il fatto che migliaia di ragazzi vengano fatti lavorare gratuitamente (ricevendo in cambio il privilegio di aver fatto un’esperienza…) a fronte del muro di miliardi che l’operazione genera è una cosa indegna per un Paese che parla di impulso alla crescita”. E, a quanto pare, il rapper non è il solo a pensarla in questo modo.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Come Amazon uccide la dignita' dei lavoratori e l'economia
Come Amazon uccide la dignita' dei lavoratori e l'economia

-

Sfruttamento dei lavoratori, aumento della povertà, crisi dei piccoli negozianti, impoverimento dell’economia locale
Sfruttamento dei lavoratori, aumento della povertà, crisi dei piccoli...

Vale la pena vivere una vita dominata dal LAVORO?
Vale la pena vivere una vita dominata dal LAVORO?

-

Immaginatevi un mondo in cui il lavoro abbia preso il sopravvento su tutto. Le nostre esistenze graviterebbero attorno a questo nuovo centro, tutto il resto diventerebbe secondario
Immaginatevi un mondo in cui il lavoro abbia preso il sopravvento su tutto. Le...

GRAZIE GOVERNO LADRO: 3 MILIONI DI ITALIANI COMPRANO SOLO CIBO IN SCADENZA
GRAZIE GOVERNO LADRO: 3 MILIONI DI ITALIANI COMPRANO SOLO CIBO IN SCADENZA

-

Secondo quanto emerge da un sondaggio di Facile.it commissionato a Up Research, tre milioni di italiani comprano solo cibo prossimo alla scadenza
IN TEMPI DI CRISI NULLA SI SPRECA. GLI ITALIANI COSTRETTI A TIRARE LA...

Stipendi politici rispetto a quello degli operai? ASSURDO! LEGGI E DIFFONDI
Stipendi politici rispetto a quello degli operai? ASSURDO! LEGGI E DIFFONDI

-

Nel 1947 a Montecitorio si discuteva l’articolo 69 della Costituzione, quello relativo allo stipendio dei parlamentari.
E’ proprio vero,prima c’era più equità,più equilibrio,meno differenza...

In Italia di lavoro SI MUORE: la colpa? Contratti precari, macchinari vecchi e ZERO controlli
In Italia di lavoro SI MUORE: la colpa? Contratti precari, macchinari vecchi e ZERO controlli

-

Forse un giorno i robot ci porteranno via il lavoro, allontanandoci dalla catena di montaggio, ma nel frattempo, nelle industrie italiane si continua a morire, sempre più frequentemente, al ritmo di tre al giorno.
Forse un giorno i robot ci porteranno via il lavoro, allontanandoci dalla catena...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati