Facebook, censura digitale a norma di DITTATURA in atto

(Perugia)ore 21:48:00 del 03/02/2018 - Genere: , Denunce, Internet

Facebook, censura digitale a norma di DITTATURA in atto

“Facebook ha dichiarato guerra alla fake news. Il social network si impegna, in ogni nazione, per contribuire a creare una comunità informata e per aiutare le persone a prendere decisioni più consapevoli su cosa leggere e condividere sulla piattaforma.

“Facebook ha dichiarato guerra alla fake news. Il social network si impegna, in ogni nazione, per contribuire a creare una comunità informata e per aiutare le persone a prendere decisioni più consapevoli su cosa leggere e condividere sulla piattaforma.

“La tutela della sicurezza dell’informazione e la lotta contro le notizie false sono prioritarie”, afferma Facebook. Ed è ancora “più importante durante il periodo delle elezioni”. Per questo ha elaborato quattro punti…” Comincia così l’articolo sul sito del TGCOM24, la censura è già attiva da inizio gennaio.

Dentro di me mi sono detto, bene finalmente non leggerò più le minchiate che dice il nostro  governo, non sentirò più le cazzate che dicono i nostri politici…finalmente Facebook gli mette un freno a questi ipocriti… Invece no, udite udite, la censura è per i siti che spacciano Fake News, cioè gli unici siti che cercano la verità e vogliono diffonderla….Quindi i siti dei nostri quotidiani italiani, cioè i primi a diffondere Fake News per un buon 70% non subiranno questo trattamento. Gli algoritmi di Facebook attaccheranno i siti che non sono allineati con il sistema, una sorta di fascismo digitale.

Quindi uno non potrà parlare di avvistamenti UFO pena blocco dell’articolo, ma sarà obbligato ad esempio ad assorbirsi le cazzate galattiche dei nostri politici, specialmente in questa fase pre-elettorale, spacciate per verità. L’Italia è in crescita, la disoccupazione è in calo, via il bollo auto, flat tax…e chi più ne ha più ne metta; non sono queste le vere FakeNews? L’informazione è manipolata come diceva l’amico Jacopo Cioni nel suo articolo “4° Potere” e pensate eravamo nel 2015. Ora siamo in una sorta di “4° Potere” 2.0. O come diceva Udo Ulfkotte quando ci ha spiegato come funziona l’informazione giornalistica ad alti livelli. Quindi caro sig Mark Zuckerberg la smetta con queste ipocrisie, il suo impero non durerà a lungo se ne ricordi, nulla è per sempre. Il social network per eccellenza quindi si schiera dalla parte del potere, (anche se per me è di proprietà del potere), e ci sta mettendo il bastone tra le ruote.

Noi comunque continueremo a scivere articoli nonostante questi servi del sistema ci stanno rendendo la vita difficile…

Infine questa è la nota apparsa su facebook, tanto per essere chiari LINK.

Ora signor Zuckerberg mi banni pure dal suo social per sempre. W la democrazia, che non esiste più da molto tempo in questo paese…

Da: QUI

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
Bevande a zero calorie aumentano RISCHIO ICTUS
Bevande a zero calorie aumentano RISCHIO ICTUS
(Perugia)
-

Bevande a zero calorie: ne bastano due al giorno per aumentare il rischio di ictus. Il nuovo studio
BEVANDE A ZERO CALORIE RISCHIO ICTUS - Alcune bevande a zero calorie potrebbero...

Unita' d'Italia? Come il Piemonte rese il SUD schiavo e colonizzato!
Unita' d'Italia? Come il Piemonte rese il SUD schiavo e colonizzato!
(Perugia)
-

Dopo l'unita' d'Italia il Piemonte chiuse tutte le scuole del sud per renderlo schiavo e colonizzato!
Nel 1734 il Sud andò a Carlo III di Borbone che, avendo in dote 28 milioni di...

Genitori insopportabili sui Social: smettetela!
Genitori insopportabili sui Social: smettetela!
(Perugia)
-

I genitori su Facebook possono essere tanto amabili quanto insopportabili: foto pubblicate a raffica, pareri non richiesti, commenti fuori luogo e condivisione di bufale.
Genitori e Facebook: quando queste due grandi forze si incontrano, i risultati a...

City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
(Perugia)
-

Ecco l’auto elettrica (90km/h – 200 km di autonomia – costo 10.000 € – consumi praticamente 0) che l’Italia non vuole e la Cina Si… Potenza delle lobby del petrolio!
La Askoll di Vicenza da tre anni non trova sostegno e finanziamenti per un...

Benvenuti in Italia, il Paese fondato sugli alibi e l'odio
Benvenuti in Italia, il Paese fondato sugli alibi e l'odio
(Perugia)
-

Qual è il Paese in cui più studi, meno lavori? In cui le donne si laureano il doppio degli uomini, ma hanno il record di inattività? In cui gli stranieri laureati hanno paghe dimezzate rispetto ai loro colleghi italiani?
Stranieri, donne, giovani. Nella classifica delle categorie sociali più...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati