Farmaci, gli italiani invecchiano male: aumentano le spese per i cittadini

(Firenze)ore 07:26:00 del 20/07/2019 - Genere: , Denunce, Economia, Salute

Farmaci, gli italiani invecchiano male: aumentano le spese per i cittadini

SPESA PER FARMACI DEGLI ITALIANI - In media vengono spesi circa 482 euro per ogni cittadino, 24 milioni in meno rispetto al 2017.

SPESA PER FARMACI DEGLI ITALIANI - In media vengono spesi circa 482 euro per ogni cittadino, 24 milioni in meno rispetto al 2017. Questo grazie anche alla disponibilità di nuovi farmaci generici erogati sul territorio, più convenienti di quelli di marca a brevetto scaduto, e alla riduzione dei prezzi di alcune molecole per effetto delle ricontrattazioni. Cresce però la spesa ospedaliera

Nel 2018 la spesa farmaceutica nazionale è stata di 29,1 miliardi di euro (di cui il 77 per cento rimborsato dal Sistema sanitario nazionale), in media circa 482 euro per ogni cittadino. Rispetto al 2017 sono 24 milioni in meno. Questo grazie anche alla disponibilità di nuovi farmaci generici (ad alto consumo) erogati sul territorio, più convenienti di quelli di marca a brevetto scaduto, e alla riduzione dei prezzi di alcune molecole per effetto delle ricontrattazioni (per esempio, i prezzi dei medicinali per il sistema cardiovascolare sono scesi del dieci per cento). SPESA PER FARMACI DEGLI ITALIANI - Mentre continua a crescere la spesa ospedaliera, soprattutto per gli oncologici che rappresentano il maggior investimento farmaceutico per il Ssn. È questo il quadro che emerge dall’ultimo rapporto dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sull’uso dei farmaci presentato oggi.

Nello specifico, a calare è la spesa territoriale a carico del Ssn, che comprende quella per i farmaci di classe A erogati in regime di assistenza convenzionata e quella per i medicinali in distribuzione diretta (tramite le strutture sanitarie) e per conto(tramite le farmacie territoriali, pubbliche e private): meno quattro per cento, pari a 12,4 miliardi di euro.

SPESA PER FARMACI DEGLI ITALIANI - A crescere invece è la spesa a carico dei cittadini, che ammonta a 8,4 miliardi, cioè il 3,8 per cento in più rispetto al 2017. E comprende la spesa per la compartecipazione (cioè per i ticket regionali e la differenza tra il prezzo del medicinale di marca a brevetto scaduto e il prezzo di riferimento, corrispondente a quello del farmaco equivalente rimborsato dallo Stato), per i medicinali di classe A acquistati privatamente, per quelli di fascia C con ricetta, e per l’automedicazione.

Le cattive abitudini

Si muore sempre meno, dice il rapporto studiando l'Italia di oggi, ma non diminuiscono negli italiani le abitudini nocive per la salute come fumo, la sedentarietà e l'alimentazioni scorretta. Siamo, insomma, tra i paesi più longevi, ma anche con più anni da vivere con malattie croniche e disabilità: la speranza di vita in buona salute è peggiore che in altri paesi europei. Altro punto debole: gli italiani, sottolinea il documento, sono ancora troppo in sovrappeso: si tratta di più di un terzo della popolazione di 18 anni ed oltre (35,4%), mentre poco più di una persona su dieci è obesa (10,5%); complessivamente, il 45,9% dei soggetti è in eccesso ponderale.

La quota di bambini e adolescenti in eccesso di peso è del 24,2%. Il sovrappeso raggiunge la prevalenza più elevata tra i bambini di età tra 6 e 10 anni risultando pari a 32,9%. Al crescere dell'età, il sovrappeso e l'obesità diminuiscono, fino a raggiungere il valore minimo tra i ragazzi di età 14-17 anni(14,4%). Dai dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), relativi alla raccolta del 2012-2013 in 19 paesi, l'Italia è risultata tra i paesi a più alta prevalenza di sovrappeso e obesità nei bambini di età 8-9 anni insieme a Grecia e Spagna, mentre i paesi del Nord Europa presentano prevalenze più basse. 

Nel 2017 i fumatori erano circa 10 milioni e 370 mila, poco più di 6 milioni e 300 mila uomini e 4 milioni e 70.000 donne. Ossia il 19,7% della popolazione di 14 anni ed oltre. Il numero di coloro che fumano è rimasto pressoché costante a partire dal 2014.

Scritto da Carmine

ALTRE NOTIZIE
Cause di morte nel mondo: la top 10
Cause di morte nel mondo: la top 10
(Firenze)
-

E' il cuore la prima causa di mortalità nel mondo
LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE NEL MONDO - Ogni anno, in Europa, oltre quattro...

Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Firenze)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Dieta ABS di David Zinczenko per dimagrire
Dieta ABS di David Zinczenko per dimagrire
(Firenze)
-

Il motivo per cui Zinczenko è bravo e sa quello che fa è semplice
DIETA ABS DAVID ZINCZENKO - La dieta ABS di David Zinczenko è un regime...

Bimbi: smartphone riducono abilita' cognitive modificando il cervello
Bimbi: smartphone riducono abilita' cognitive modificando il cervello
(Firenze)
-

Uno studio dell’università di Austin, in Texas, ha rivelato per esempio che la semplice presenza dello smartphone vicino a noi riduce la nostra capacità cognitiva anche del 20%
I DANNI DEGLI SMARTPHONE SUI BAMBINI - I bambini che trascorrono più tempo...


(Firenze)
-


"Carenza di un'adeguata impiantistica per il riciclo dei rifiuti, assenza di...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati