Fisco: le novita' del 2018. Detrazioni, bonus, dichiarazione redditi

(Napoli)ore 20:12:00 del 04/01/2018 - Genere: , Economia, Lavoro, Nuove Leggi

Fisco: le novita' del 2018. Detrazioni, bonus, dichiarazione redditi

Col nuovo anno non mancano le novità nel mondo del fisco. E molte di queste riguardano da vicino una gran parte degli italiani: sia i singoli cittadini che le imprese

Col nuovo anno non mancano le novità nel mondo del fisco. E molte di queste riguardano da vicino una gran parte degli italiani: sia i singoli cittadini che le imprese. L’anno si apre con la previsione di nuove (o diverse) agevolazioni riguardanti la vita di tutti i giorni, ma anche con la rottamazione bis delle cartelle e i rimborsi Iva alle aziende che vedono una accelerazione.
Le detrazioni sugli abbonamenti dei mezzi pubblici
Tra le novità che riguardano una numerosa fetta di italiani c’è quella riguardante gli abbonamenti ai trasporti. A partire dal 2018 è previsto uno sconto del 19% sulle spese sostenute per comprare le card di bus, tram, metro e ferrovie locali, regionali e interregionali. C’è comunque un tetto: le detrazioni valgono per un importo massimo di 250 euro.
I bonus per la casa
La legge di Bilancio ha introdotto qualche novità anche per quanto riguarda le detrazioni previste sui lavori nel proprio appartamento o condominio. Cambia l’ecobonus, previsto per il rinnovo degli infissi o degli impianti di climatizzazione: lo sconto scende dal 65% al 50%. Misura che riguarda da vicino molti contribuenti è quella del bonus caldaie che varia parzialmente rispetto al passato: intanto il bonus non sarà più valido per gli impianti che non rientrano nella categoria A. Inoltre le detrazioni sono differenziate: al 50% nei casi di caldaie a condensazione ma si può salire fino al 65% quando gli impianti comprendono anche strumenti di termoregolazione, come ad esempio nel caso delle valvole sui termosifoni, o nel caso di installazione di impianti ibridi a pompa di calore integrata.


Tra i vari bonus previsti c’è anche uno sconto del 36% per la spesa effettuata per il verde su aree non coperte degli edifici: la detrazione vale per un tetto massimo del costo pari a 5mila euro. Per quanto riguarda i lavori condominiali viene previsto il sisma bonus per i lavori di adeguamento sismico: questo sconto può essere dell’80% o dell’85%. Viene prorogata anche la detrazione per l’acquisto di mobili legato a lavori di ristrutturazione dell’immobile con uno sconto pari al 50% del valore totale.
La dichiarazione dei redditi

Cambiano le scadenze per la dichiarazioni dei redditi. Per quanto riguarda il 730 precompilato si passa al 23 luglio (prima andava fatta entro il 7 dello stesso mese). Rimane invece invariata la data per il 730 ordinario: quest’anno, però, essendo il 7 luglio un sabato, il termine sarà quello del 9 luglio. Per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi e l’Irap la nuova data di scadenza è il 31 ottobre (finora era il 30 settembre). Infine, la consegna della Certificazione unica e del 770 deve avvenire entro il 31 ottobre.
Novità anche per i figli a carico dei genitori: finora la soglia prevista affinché il figlio si potesse considerare a carico era di 2.840 euro. Dal 2018, per i ragazzi e le ragazze con meno di 24 anni, questa soglia – ovvero il reddito massimo previsto per poter ancora avere agevolazioni – passa a 4mila euro.
La rottamazione bis e i rimborsi Iva
Novità anche per chi deve rottamare le proprie cartelle riguardanti un periodo che va dal 2000 al 2017. Con la rottamazione bis si potrà presentare richiesta fino al 15 maggio del 2018. Dopodiché sarà possibile effettuare i versamenti a partire dal 30 giugno in cinque rate che scadono a: luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e l’ultima a febbraio 2019.
Per quanto riguarda i rimborsi Iva, invece, l’Agenzia delle Entrate effettuerà i versamenti direttamente sui conti correnti delle imprese senza necessità di un ulteriore passaggio per le tesorerie provinciali. Secondo le stime dell’Agenzia delle Entrate così si riducono i tempi dei versamenti di circa tre settimane.
Altra novità riguarda gli sgravi fiscali per le assunzioni soprattutto dei più giovani. L’obiettivo è quello di incentivare le aziende ad assumere con una decontribuzione del 50% per i giovani under 34 anni assunti che diventa del 100% per le imprese del Sud Italia.

Da: QUI

Scritto da Samuele

ALTRE NOTIZIE
Francia, i gillet gialli VINCONO LA BATTAGLIA. Aumento del carburante SOSPESO
Francia, i gillet gialli VINCONO LA BATTAGLIA. Aumento del carburante SOSPESO
(Napoli)
-

Il primo ministro francese Edouard Philippe annuncerà una moratoria sull’aumento delle tasse sui carburanti
Il primo ministro francese Edouard Philippe, secondo fonti governative, è pronto...

Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue
Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue
(Napoli)
-

Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha colpito l’export e da una crisi di fiducia sull’Italia che ha ridotto gli investimenti esterni e interni quando il governo ha esplicitato una linea de-sviluppista e assistenz
Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha...

Manovra, arriva la nuova tassa auto: una PANDA costera' piu' di una BMW
Manovra, arriva la nuova tassa auto: una PANDA costera' piu' di una BMW
(Napoli)
-

Il governo vara la linea verde. Ma spiccano alcuni paradossi sul sistema 'bonus-malus' sulle emissioni di CO2
Una Panda che paga più di una Bmw da 50mila euro, l'ibrida Toyota Rav4 non solo...

Boeri vuole 10 MILIONI DI MIGRANTI per trattarli da SCHIAVI
Boeri vuole 10 MILIONI DI MIGRANTI per trattarli da SCHIAVI
(Napoli)
-

Davvero l’intervista a Boeri dalla Annunziata è qualcosa che fa gelare il sangue: secondo questo signore l’Italia dovrebbe importare fino a 10 milioni di migranti per consentire ai conti dell’INPS di essere sostenibili.
Davvero l’intervista a Boeri dalla Annunziata è qualcosa che fa gelare il...

Lega: educazione civica obbligatoria a scuola?
Lega: educazione civica obbligatoria a scuola?
(Napoli)
-

La Lega ha presentato una proposta di legge il cui scopo è quello di rendere obbligatorio l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole: dalle materne alle superiori.
L’insegnamento dell’educazione civica a scuola potrebbe tornare obbligatorio: la...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati