GRAZIE GOVERNO LADRO: 3 MILIONI DI ITALIANI COMPRANO SOLO CIBO IN SCADENZA

(Roma)ore 11:30:00 del 16/04/2018 - Genere: , Denunce, Economia, Lavoro, Sociale

GRAZIE GOVERNO LADRO: 3 MILIONI DI ITALIANI COMPRANO SOLO CIBO IN SCADENZA

Secondo quanto emerge da un sondaggio di Facile.it commissionato a Up Research, tre milioni di italiani comprano solo cibo prossimo alla scadenza

IN TEMPI DI CRISI NULLA SI SPRECA. GLI ITALIANI COSTRETTI A TIRARE LA CINGHIA ANCHE SULLA SPESA ALIMENTARE: SONO 3 MILIONI I CITTADINI CHE, PER RISPARMIARE, COMPRANO SOLO ALIMENTI PROSSIMI ALLA SCADENZA E QUINDI IN SCONTO.

Gli italiani e la febbre del “quasi scaduto”

Secondo quanto emerge da un sondaggio di Facile.it commissionato a Up Research, tre milioni di italiani comprano solo cibo prossimo alla scadenza, ovvero generi alimentari che magari hanno solo uno o due giorni di vita e che si trovano in appositi banconi frigo presso quasi tutti i supermercati a prezzi ribassati anche del 30/50%.

Fa riflettere un altro dato interessante rilevato dal report. Oggi, complice la crisi, in Italia 11,5 milioni di persone dichiarano di cambiare continuamente supermercato per inseguire le offerte last minute.

Eppure, nonostante gli sforzi messi in campo, sembra che il risparmio conseguito in questo modo dagli italiani sia basso. Secondo l’indagine, in media il vantaggio economico ottenuto in un anno grazie a questi espedienti è di 239 euro e, per il 39%, addirittura inferiore a 100 euro.

“Consumare entro” e “ preferibilmente entro”

Intendiamoci, al di là del poco risparmio, ben venga, se può servire ad evitare che tonnellate di buon cibo diventino spazzatura, che anche in Italia i supermercati hanno cominciato a vendere a metà prezzo (o con forti ribassi) i prodotti alimentari invenduti più vicini alla data di scadenza.

Ma è bene ricordare che i prodotti a brevissima scadenza devono essere opportunamente indicati con cartelloni e piazzati in determinati angoli dei supermercati. Anche se in realtà una regola precisa per la loro specifica distribuzione ancora non esiste.

Inutile ribadire che il “consumare entro” è più imminente rispetto alla dicitura “preferibilmente entro”. Nel primo caso c’è rischio di proliferazione batterica, nel secondo a esser deteriorate oltre il termine saranno in primis qualità e gusto del prodotto. Ovviamente, una buona dose di buon senso personale può aiutare: valutare visivamente il prodotto e annusarlo prima di consumarlo.

Da: QUI

Scritto da Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Arriva microchip sotto pelle per timbrare il cartellino
Arriva microchip sotto pelle per timbrare il cartellino
(Roma)
-

Presto non ci sarà più bisogno di timbrare il cartellino. Basterà infatti un microchip inserito sotto la pelle, per accedere alla propria sede di lavoro.
Presto non ci sarà più bisogno di timbrare il cartellino. Basterà infatti un...

Roberto Saviano: In 10 anni guadagnai per 13 milioni di euro
Roberto Saviano: In 10 anni guadagnai per 13 milioni di euro
(Roma)
-

L'inchiesta giornalistica di Panorama su Roberto Saviano: l'autore di Gomorra ai raggi x, dagli incassi fino alla scorta
Roberto Saviano, scrittore simbolo, ai raggi x. Gli incassi, le relazioni, le...

Smartphone e social dipendenti: come NON siamo piu' essere umani
Smartphone e social dipendenti: come NON siamo piu' essere umani
(Roma)
-

Smartphones, social e tutto il resto. La fine dell’umanità così come è sempre stata.
Ho sempre avuto una istintiva repulsione, o come minimo diffidenza, nei...

Tentano di BRUCIARE la casa del giornalista REPORT che ha INDAGATO SULLA JUVE
Tentano di BRUCIARE la casa del giornalista REPORT che ha INDAGATO SULLA JUVE
(Roma)
-

Ignoti hanno disegnato una croce rossa sul muro della sua abitazione, per poi cospargere di benzina il pianerottolo: provvidenziale l’abbaiare di un cane, che ha “sventato” il tentativo di intimidazione, avvenuto nella notte attorno alle quattro e mezzo.
Ignoti hanno disegnato una croce rossa sul muro della sua abitazione, per poi...

Prima il profitto o la salute delle persone?
Prima il profitto o la salute delle persone?
(Roma)
-

“Dobbiamo ottenere un profitto da questo farmaco”, è stata questa la candida ammissione offerta da Martin Shkreli, quando gli hanno chiesto conto dell’assurdo e abominevole rincaro di prezzo di un medicinale importante per malati di Aids, malaria e toxopl
“Dobbiamo ottenere un profitto da questo farmaco”, è stata questa la candida...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati