GRAZIE PD: italiani nello scantinato, clandestini in Hotel (al caldo)

(Venezia)ore 16:42:00 del 03/02/2018 - Genere: , Cronaca, Denunce, Sociale

GRAZIE PD: italiani nello scantinato, clandestini in Hotel (al caldo)

Dire l’ovvio, ovvero che lo Stato garantisce per anni vitto e alloggio a chi è sbarcato illegalmente, mentre molti italiani vivono in condizioni di indigenza, significa essere tacciati di bieco populismo. Anche riportando statistiche incontestabili o epis

Dire l’ovvio, ovvero che lo Stato garantisce per anni vitto e alloggio a chi è sbarcato illegalmente, mentre molti italiani vivono in condizioni di indigenza, significa essere tacciati di bieco populismo. Anche riportando statistiche incontestabili o episodi concreti. 

A Mira, grosso centro governato dal PDalle porte di Venezia, tre italiani vivono nel seminterrato delle poste, come nei più malfamati sobborghi delle metropoli del terzo mondo.  Il quotidiano La Nuova Venezia riporta che nella centralissima piazza Gallina, sotto il palazzo dove hanno sede gli ufficio postali, si sono accampati tre residenti di nazionalità italiana a cui lo Stato, accogliente con gli ultimi arrivati, specie se entrati in Italia illegalmente, ha chiuso la porta in faccia.

Per loro solo dolore, povertà estrema, il rischio di morire assiderati.

C’è Roberto Pagan, 69enne piegato dal divorzio: non potendo più pagare 700 euro di affitto al mese, è diventato un senzatetto: prima dormiva in macchina, ora in quella sorta di scantinato: “Viviamo qui da mesi, in mezzo ai topi, e con il freddo dell’inverno rischiamo la vita.

Chiediamo che ci venga trovato un alloggio”. Con lui c’è l’amico “Walter, un ex operaio di origine sarda in difficoltà economiche, e un’altra persona che sta distante da noi ma che vive sempre in questo parcheggio seminterrato. Ha dei problemi di dipendenza dalla droga”. Il giornale racconta come casi di disagio come questo non siano eccezionali. Poche settimane fa, fra Marano e Borbiago, un anziano fu trovato morto in un’abitazione priva di luce e gas.  

Da: QUI

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
Confessioni di un sicario dell’economia
Confessioni di un sicario dell’economia
(Venezia)
-

Questa è la storia di John Perkins, il capo economista di una società di consulenze, ingegneria e costruzioni di Boston.
Questa è la storia di John Perkins, il capo economista di una società di...

Genova: familiari di diciassette vittime rifiutano i funerali di Stato
Genova: familiari di diciassette vittime rifiutano i funerali di Stato
(Venezia)
-

Rabbia e sfiducia nei confronti dello Stato: per questo le famiglie di 17 delle 38 vittime di Genova hanno scelto il rito privato
I familiari di diciassette delle trentotto vittime di Genova hanno scelto i...

Travaglio: altro che Torino-Lione, c'e' da salvare un’Italia a pezzi
Travaglio: altro che Torino-Lione, c'e' da salvare un’Italia a pezzi
(Venezia)
-

Quando un viadotto autostradale si sbriciola in un secondo seppellendo morti e feriti, tutte le parole sono inutili
Quando un viadotto autostradale si sbriciola in un secondo seppellendo morti e...

Autostrade: profitti da record ma tagli alla sicurezza
Autostrade: profitti da record ma tagli alla sicurezza
(Venezia)
-

Investimenti in calo e bilanci d'oro per la società dei Benetton che gestiva il viadotto
Era il 4 settembre del 1967: c'erano la banda, il vescovo e il presidente...

Blablacar d' un passaggio a 2 stranieri: 24mila euro di multa e 9 mesi di carcere
Blablacar d' un passaggio a 2 stranieri: 24mila euro di multa e 9 mesi di carcere
(Venezia)
-

Dà un passaggio a due stranieri con Blablacar: condannato per favoreggiamento dell’immigrazione irregolare
Un ragazzo italiano ha patteggiato una condanna a 9 mesi di carcere per...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati