Hai iniziato a lavorare nel 2016? INDOVINA A CHE ETA' ANDRAI IN PENSIONE?

(Firenze)ore 11:30:00 del 10/12/2017 - Genere: , Denunce, Economia, Lavoro

Hai iniziato a lavorare nel 2016? INDOVINA A CHE ETA' ANDRAI IN PENSIONE?

Purtroppo non è una fake news, ma il destino di milioni di giovani.

Secondo l’Ocse gli italiani che hanno iniziato a lavorare nel 2016 andranno in pensione dopo i 71 anni, a 71 anni e due mesi per la precisione.

È quanto emerge dai calcoli fatti dall’organizzazione sulla base della legge che lega l’età pensionabile alle aspettative di vita.

I ventenni danesi, per fare un paragone, andranno invece in pensione a 74 anni e gli olandesi, come noi, a 71. In Irlanda e Finlandia, invece, si andrà in pensione prima, a 68 anni.

Il rapporto Ocse ha anche rilevato che nel nostro Paese l’età normale di pensionamento è in media 66,6 anni per gli uomini e 65,6 anni per le donne (mentre la media dell’area Ocse è rispettivamente di 64,3 e 63,4 anni).

L’età di pensionamento italiana è quindi la quarta più alta dei paesi industrializzati: solo in Norvegia, Israele e Islanda è più elevata.

Ad essere sotto la media dell’Ocse è invece l’età effettiva di pensionamento, che è di 62,1 anni per gli uomini e di 61,3 anni per le donne, mentre la media dell’area Ocse è di 65,1 e 63,6 anni rispettivamente.

L’Ocse ha pertanto consigliato all’Italia di non modificare ulteriormente le norme sulle pensioni che sono attualmente vigore, in particolare – si legge su Rainews.it – il legame con l’aspettativa di vita.

Nel 2013 la spesa per le pensioni in Italia era pari al 16,3% del Pil (14% in termini netti), inferiore solo al 17,4% della Grecia, pari a quasi il doppio della media Ocse (8,2%) e in aumento di quasi il 21% rispetto al 2000.

Il rapporto dell’organizzazione evidenzia anche che l’Italia è e resterà di gran lunga uno dei Paesi piu’ vecchi dell’Ocse, ma per fortuna gli anziani italiani hanno redditi complessivi (proveniente da pensioni, lavoro o altre entrate) mediamente alti.

Il tasso di povertà degli anziani nel nostro Paese si aggira invece attorno al 9%, contro una media nazionale del 13,7% e inferiorea quello dei bambini e dei giovani, che sono i più colpiti dalla crisi.

Da: QUI

Scritto da Samuele

ALTRE NOTIZIE
Troppo SCOMODO PUTIN per gli USA: vogliono farlo cadere!
Troppo SCOMODO PUTIN per gli USA: vogliono farlo cadere!
(Firenze)
-

Le sanzioni occidentali alla Russia, l’abbassamento del prezzo del petrolio e i costi dell’intervento militare in Siria hanno piegato l’economia russa nell’ultimo triennio
Il crollo del valore del rublo sul mercato valutario internazionale è stato il...

Russia lancia l'allarme NUCLEARE in EUROPA
Russia lancia l'allarme NUCLEARE in EUROPA
(Firenze)
-

Scatta l’allarme nucleare in Europa (Italia compresa) per l’eventualità che una nube radioattiva proveniente dalla Russia possa attraversare molti paesi.
Scatta l’allarme nucleare in Europa (Italia compresa) per l’eventualità che una...

Frosinone: i migranti gestiscono lo SPACCIO. MA VA???
Frosinone: i migranti gestiscono lo SPACCIO. MA VA???
(Firenze)
-

Non avete ancora capito che queste gente non se ne andrà più dalla Italia?
Non avete ancora capito che queste gente non se ne andrà più dalla Italia?...

Denaro, guerra e potere: come i Rothshild hanno condizionato la Storia moderna
Denaro, guerra e potere: come i Rothshild hanno condizionato la Storia moderna
(Firenze)
-

Hanno condizionato la storia mondiale degli ultimi due secoli e mezzo, influendo con i loro capitali ed i loro prestiti bancari su tutte le importanti vicende.
Hanno condizionato la storia mondiale degli ultimi due secoli e mezzo, influendo...

Il modello tedesco? UNA ENORME FAKE NEWS...La societa' del MALESSERE
Il modello tedesco? UNA ENORME FAKE NEWS...La societa' del MALESSERE
(Firenze)
-

Viaggio nella Germania che ha subito gli effetti della globalizzazione, dell’immigrazione selvaggia e della denazificazione.
La propaganda europeista da anni martella le opinioni pubbliche dei 28...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati