I Manager Nominati e Obbligati a finanziare il PD

(Bari)ore 08:45:00 del 05/09/2017 - Genere: , Denunce, Politica

I Manager Nominati e Obbligati a finanziare il PD

Una donazione volontaria è regolare. Il meccanismo però mina le regole di uno stato democratico: il partito nomina un manager di fiducia e compiacente, il più delle volte incompetente, per generare clientelismo selvaggio e farsi passare parte dello stipen

Una donazione volontaria è regolare. Il meccanismo però mina le regole di uno stato democratico: il partito nomina un manager di fiducia e compiacente, il più delle volte incompetente, per generare clientelismo selvaggio e farsi passare parte dello stipendio.
Un pizzo in pieno stile mafioso.

La beffa vera è che sono soldi dei cittadini! Il manager pubblico con quali soldi viene pagato? I soldi che versa (derivanti da un incarico dato in modo quasi sempre clientelare) sono la mazzetta, ops!, il ringraziamento volevo dire, con soldi pubblici.

L’erogazione fiscalmente è liberale, quindi detraibile al 26% come un atto di generosità e partecipazione alla vita politica del Paese. Sostanzialmente, invece, l’erogazione c’è, ma non è mica tanto liberale: diciamo che sfiora l’obbligatorio. Ci si riferisce all’annosa questione, riesumata mercoledì da Franco Bechis su Libero, dell’obolo che – secondo molti regolamenti finanziari locali del Pd – non solo deputati e eletti a livello regionale e locale, ma pure tutti quelli che i democratici piazzano ai vertici di municipalizzate, enti, fondazioni e via dicendo devono versare al partito. È una percentuale fissa dello stipendio o del gettone di presenza che varia da territorio a territorio e spesso è indicata nei “Regolamenti finanziari” locali.

È una pratica, questa, che affonda le radici nei decenni e arriva al cuore del sistema di finanziamento del Pci: all’epoca, però, il primato della politica nella gestione della cosa pubblica era un fatto orgogliosamente rivendicato, mentre oggi non passa giorno che democratici di ogni ordine e grado parlino di merito, curriculum, scandiscano frasi come “fuori la politica dai cda”. Per di più, formalizzare in questo modo l’impegno a girare un pezzo dello stipendio da presidente della società pubblica X al partito non sembra proprio una garanzia di imparzialità nel processo che ha portato alla scelta di quel manager: è stato preferito a un altro candidato perché era disposto apagare?

Come detto, si tratta di una pratica antica. Il Pd era nato da pochi anni quando Antonio Misiani, che ne fu tesoriere dal 2009 a fine 2013, prima a voce e poi per iscritto chiese ai colleghi dem delle regioni di cancellare dai regolamenti i riferimenti al versamento obbligatorio per i membri di cda, partecipate e quant’altro indicati dal partito (che infatti in quello nazionale non c’è).

Evidentemente gli interessati si sono dimenticati, tanto è vero che l’erogazione liberale obbligatoria si ritrova un po’ dappertutto nei documenti del Pd lungo lo Stivale. Il più spudorato è il Regolamento finanziario del partito in Friuli Venezia Giulia: “I designati e nominati in qualità di presidenti, amministratori, consiglieri di indirizzo, revisori dei conti ecc., in enti, società, consorzi, aziende, autorità, fondazioni ecc., sono tenuti a versare al Partito democratico del rispettivo livello di nomina una percentuale dell’indennità lorda percepita pari al 10%” (e colpisce la citazione persino dei revisori dei conti, soggetti terzi per definizione).

Scritto da Sasha

ALTRE NOTIZIE
Il nuovo antirazzista? IL VERO RAZZISTA!
Il nuovo antirazzista? IL VERO RAZZISTA!
(Bari)
-

Vi fu un tempo in cui l'antirazzismo era una passione nobile. Era il rifiuto di stigmatizzare qualcuno per il colore della pelle o il popolo di appartenenza.
Vi fu un tempo in cui l'antirazzismo era una passione nobile. Era il rifiuto di...

Monsanto a PROCESSO per CRIMINI contro l'UMANITA' e l'AMBIENTE
Monsanto a PROCESSO per CRIMINI contro l'UMANITA' e l'AMBIENTE
(Bari)
-

L’International Monsanto Tribunal è un’iniziativa per ritenere la Monsanto responsabile delle violazioni dei diritti umani e dei crimini contro l’umanità .
L’International Monsanto Tribunal è un’iniziativa per ritenere la Monsanto...

M5S e LEGA fanno paura a BRUXELLES: primi allarmi dalla GERMANIA
M5S e LEGA fanno paura a BRUXELLES: primi allarmi dalla GERMANIA
(Bari)
-

La diplomazia internazionale è già in fermento, i big dell’Europa a trazione tedesca studiano i partner che si preparano a formare un governo in Italia nel segno della diffidenza e forse dell’ostilità verso la vecchia Europa.
La diplomazia internazionale è già in fermento, i big dell’Europa a trazione...

Sistema idrico italiano: Sprecato il 41% di acqua potabile
Sistema idrico italiano: Sprecato il 41% di acqua potabile
(Bari)
-

Nonostante il miglioramento degli ultimi anni, il sistema idrico italiano soffre. Sottoterra spesso corrono tubi vecchissimi e le manutenzioni scarseggiano.
Nonostante il miglioramento degli ultimi anni, il sistema idrico italiano...

Mentre Lega e 5 stelle flirtano, la UE continua a MANGIARCI LE BANCHE
Mentre Lega e 5 stelle flirtano, la UE continua a MANGIARCI LE BANCHE
(Bari)
-

Complottisti si diventa, ma citando Totò io direi che “lo nacqui, modestamente” ed anche se la neolingua ha coniato questa stupida definizione dalle forti tinte negative – il complottismo – chi crede che i complotti non esistano o non ha mai studiato la s
Complottisti si diventa, ma citando Totò io direi che “lo nacqui, modestamente”...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati