Italia Paese piu' povero d'Europa: 11 milioni di cittadini in stato di DEPRIVAZIONE

(Bologna)ore 08:23:00 del 14/12/2017 - Genere: , Denunce, Economia, Lavoro, Sociale

Italia Paese piu' povero d'Europa: 11 milioni di cittadini in stato di DEPRIVAZIONE

Per mantenere 60 mld di CORRUZIONE e 160 mld di EVASIONE a qualcosa ovviamente bisogna rinunciare.

Per mantenere 60 mld di CORRUZIONE e 160 mld di EVASIONE a qualcosa ovviamente bisogna rinunciare. Purtroppo questo sistema rimarrà invariato con Renzi, Berlusconi o Casaleggio associati al governo; il partito della Corruzione/Evasione è di gran lunga il primo partito in Italia.

L’Italia è il Paese europeo in cui vivono più poveri. Sono 10,5 milioni, su un totale a livello Ue di 75 milioni, i cittadini che hanno – per esempio – difficoltà a fare un pasto proteico ogni due giorni, sostenere spese impreviste, riscaldare a sufficienza la casa, pagare in tempo l’affitto e comprarsi un paio di scarpe per stagione e abiti decorosi. Gli italiani in questa condizione rappresentano il 14% del totale europeo e sono più dei 9,8 milionidi abitanti della Romania nella stessa situazione, anche se in termini percentuali la Penisola è undicesima tra i 28 Stati membri con un 17,2% di indigenti sul totale. A rendere ufficiale la classifica è stata l’Eurostat, secondo cui dietro Roma e Bucarest c’è Parigi: i francesi in stato di deprivazione sociale sono 8,4 milioni.

Il poco invidiabile primato non stupisce se si pensa che, stando ai dati Istat,negli ultimi dieci anni i “poveri assoluti” – chi non è in grado di acquistare nemmeno beni e servizi essenziali – sono triplicati. Nel 2006 erano 1,66 milioni, l’anno scorso l’istituto di statistica ne ha contati 4,7 milioni. Tra cui 1,3 milioni di bambini.

E l’Italia sarà sempre di più il paese più povero del circondario: è talmente ovvio, grazie ai nostri “europeisti” “mondialisti”. Importiamo in quantità industriale soggetti illegali non certo facoltosi nè dotati di qualche professionalità dall’Africa e dall’Asia, che sono in costo enorme e causano, direttamente, ulteriore sottrazione di risorse ai già poveri, che vedono aggravata la situazione, è indirettamente, rendendo necessaria la raccolta di risorse aggiuntive con ulteriore imposizione fiscale, che fa slittare la ex classe media verso il basso e impoverisce le imprese, con distruzione di posti di lavoro (e domanda interna: grazie Monti). Quest’anno, sono oltre 5 miliardi di euri (10.000.000.000.000 di vecchie lire). A fronte dell’importazione di masse di poveri da mantenere, si creano le condizioni di emigrazione per i migliori, per la cui formazione spendiamo tanto e di cui si avvantaggiano altre nazioni concorrenti, che al contrario dell’Italia una selezione all'ingresso la fanno; doppio ulteriore impoverimento. Si aggiungano le c.d. rimesse verso i paesi d’origine, che drenano ulteriore ricchezza e mostrano quanto siano italiane molte famiglie ai cui “ragazzi” si vorrebbe regalare la cittadinanza; e la frittata è fatta. E se non si inverte la tendenza al più presto, i rimedi staranno sempre più difficili e dolorosi.

Il reddito di inclusione, che, date le circostanze, è una cosa giusta purché vada ai cittadini italiani effettivamente bisognosi, è solo una toppa al problema generale di un sistema sociale ed economico fuori equilibrio e che di certo non lo riprenderà andando avanti a furia di beneficenza di stato (e altre montagne di debiti) come questa, anzi alla fine questa contribuirà ad accelerare la corsa verso lo sfascio.

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
Casalinghe in pensione a 57 anni? Ecco come fare
Casalinghe in pensione a 57 anni? Ecco come fare
(Bologna)
-

La pensione per casalinghe si ottiene dai 57 anni di età e per sbloccarla bastano solo 5 anni di contributi.
CON SOLI 5 ANNI DI CONTRIBUTI LE CASALINGHE ITALIANE POTRANNO ANDARE IN PENSIONE...

Tasse su sigarette elettroniche da CAPOGIRO: ecco cosa non ti dicono
Tasse su sigarette elettroniche da CAPOGIRO: ecco cosa non ti dicono
(Bologna)
-

Proprio non trovate che c’è qualcosa che non va? Lo stesso Stato che rende obbligatori 10 vaccini “per il bene della gente” stronca le sigarette elettroniche (che riducono del 95% i danni rispetto a una normale sigaretta) con imposte da capogiro…
Proprio non trovate che c’è qualcosa che non va? Lo stesso Stato che rende...

Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
(Bologna)
-

La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera nello stesso circondario, quello di Cosenza.
La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera...

Come Amazon uccide la dignita' dei lavoratori e l'economia
Come Amazon uccide la dignita' dei lavoratori e l'economia
(Bologna)
-

Sfruttamento dei lavoratori, aumento della povertà, crisi dei piccoli negozianti, impoverimento dell’economia locale
Sfruttamento dei lavoratori, aumento della povertà, crisi dei piccoli...

2018? Stessa SOLFA! Cresce la SPESA MILITARE, tagliato tutto il RESTO!
2018? Stessa SOLFA! Cresce la SPESA MILITARE, tagliato tutto il RESTO!
(Bologna)
-

I dati dell’Osservatorio Milex: la spesa militare vale l’1,4% del Pil. Pesa, oltre ai bilanci di Difesa, l’aumento dell’importo destinato al ministero dello Sviluppo per l’acquisto di nuovi armamenti.
I dati dell’Osservatorio Milex: la spesa militare vale l’1,4% del Pil. Pesa,...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati