Juventus IN ROSSO, 280 milioni di debiti

(Torino)ore 10:01:00 del 10/07/2018 - Genere: , Calcio, Denunce

Juventus IN ROSSO, 280 milioni di debiti

Un’operazione da 340 milioni e manca ancora la commissione per Mendes. I costi sono già aumentati con gli ultimi acquisti, la gestione si è un po’ stressata

La domanda è sempre la stessa: come farà la Juventus a consentirsi l’acquisto e soprattutto l’ingaggio di Cristiano Ronaldo? Quesito che si sono posti anche alla Gazzetta dello Sport dove i giornalisti Luca Bianchin e Marco Iaria hanno provato a immaginare la strategia della società bianconera. Società che, ricordano, chiuderà l’ultimo esercizio in perdita (dopo tre di fila positiva) a causa dei minori premi Champions, delle plusvalenze più basse e dei maggiori ammortamenti.

La Gazzetta ricorda che la prudenza è sempre stata la linea guida di Agnelli. Ma sottolinea anche che con l’operazione CR7 la Juve entrerà definitivamente nel club delle grandi d’Europa. Oggi ha un fatturato di circa 400 milioni, ancora lontano dalle big, che aumenterebbe con l’arrivo del fuoriclasse portoghese.

Manca ancora la commissione per Mendes

“Per Agnelli è un mantra la «potenza di fuoco», somma degli stipendi dei tesserati e degli ammortamenti dei «cartellini», sostenibili in base alla capacità del club di generare risorse”.

La potenza di fuoco – scrive la Gazza – è salita a circa 340 milioni – su un fatturato di 400, “la gestione caratteristica si è un po’ stressata e può essere riequilibrata solo da un trading sostenuto. Insomma, l’esercizio scattato il 1° luglio parte già con un saldo contabile negativo”. Cui vanno sommati i costi già aumentati con i recenti acquisti di Emre Can, Perin, Cancelo.

Capitolo cessioni

Servono cessioni. Higuain sicuramente, ma anche “un altro giocatore di primo piano oltre ai giovani in partenza”. La crescita dei ricavi, scrive la Gazzetta, ci sarà ma non sarà immediata. Si pensa a un ritocco dello sponsor di magia, Jeep assicura 17 milioni.

E poi c’è l’indebitamento finanziario “cresciuto a 280 milioni al 31 dicembre (erano 163 sei mesi prima). “L’operazione Ronaldo dovrebbe richiedere un ulteriore ricorso al credito bancario, o a un prestito di Exor (al momento non ci sono avvisaglie di aumenti di capitale, ma non è detto, e sono da escludere coinvolgimenti dei marchi automobilistici di famiglia)”. Nessuna preoccupazione invece per il fair play finanziario.

QUI

Scritto da Gregorio

ALTRE NOTIZIE
City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
(Torino)
-

Ecco l’auto elettrica (90km/h – 200 km di autonomia – costo 10.000 € – consumi praticamente 0) che l’Italia non vuole e la Cina Si… Potenza delle lobby del petrolio!
La Askoll di Vicenza da tre anni non trova sostegno e finanziamenti per un...

Benvenuti in Italia, il Paese fondato sugli alibi e l'odio
Benvenuti in Italia, il Paese fondato sugli alibi e l'odio
(Torino)
-

Qual è il Paese in cui più studi, meno lavori? In cui le donne si laureano il doppio degli uomini, ma hanno il record di inattività? In cui gli stranieri laureati hanno paghe dimezzate rispetto ai loro colleghi italiani?
Stranieri, donne, giovani. Nella classifica delle categorie sociali più...

Renzi, nessuna autocritica: il personaggio diventato SCHIAVO di se stesso
Renzi, nessuna autocritica: il personaggio diventato SCHIAVO di se stesso
(Torino)
-

Nessuna autocritica, toni grillini col governo, pubblico è una curva. L'Altra strada è l'eterna riproposizione di sé come progetto politico
Anche la presentazione del libro diventa uno spettacolo populista, che affoga la...

Luigi Di Maio proporra' di allearsi con le liste civiche
Luigi Di Maio proporra' di allearsi con le liste civiche
(Torino)
-

Luigi Di Maio annuncia una rivoluzione interna al Movimento 5 Stelle per quanto riguarda le elezioni locali.
Il Movimento 5 Stelle si appresta a dar vita a una nuova rivoluzione interna,...

Terremoto nel Centro Italia, la ricostruzione e' un DISASTRO: CHE FINE HANNO FATTO LE PROMESSE?
Terremoto nel Centro Italia, la ricostruzione e' un DISASTRO: CHE FINE HANNO FATTO LE PROMESSE?
(Torino)
-

Muffa tossica nelle casette e caporalato nei cantieri post-sisma.
Prima Amatrice, poi Accumoli, infine Arquata del Tronto. Era l’11 giugno...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati