Lavorare 8 ore al giorno per 40 anni? UNA PERVERSIONE MENTALE

(Torino)ore 13:29:00 del 09/05/2018 - Genere: , Denunce, Lavoro

Lavorare 8 ore al giorno per 40 anni? UNA PERVERSIONE MENTALE

Tutta l'Esistenza è costantemente all'opera, e l'uomo facendone parte non fa eccezione, anche se molti sognano di fare nulla.

Il lavoro è una condizione naturale dell'Esistenza.

E non sto parlando delle 8/10 ore, come la mente può immaginare, quella è schiavitù nei confronti del padrone.

Tutta l'Esistenza è costantemente all'opera, e l'uomo facendone parte non fa eccezione, anche se molti sognano di fare nulla.

Il lavoro sotto questo aspetto è azione e nulla è fermo, tutto è sempre in costante in movimento.

Quel che davvero invece è una perversione mentale è l'idea di dover lavorare 8/10 ore al giorno per quarant'anni e più.

Questa è tortura, è riduzione in schiavitù.

Nessuno dovrebbe lavorare più di 4 ore al giorno.

E tutti sarebbe bene che lavorassero per la società solo per un certo periodo della loro vita, per molte ovvie ragioni.

L'accadere di questa situazione è dovuta proprio al sonno delle coscienze che, bene o male, ha fatto in modo che la stragrande maggioranza degli individui avessero sempre accettato supinamente regole dettate da pochi esseri scaltri e senza scrupoli.

E la cosa peggiore è che questa stragrande maggioranza ha sempre reputato ineluttabile questa situazione, ampiamente sostenuta, almeno qui in occidente, dalla chiesa.

Preti e politici, in quanto compagni di merende, hanno così ridotto i loro simili a merende, con il loro stesso consenso, e questo consenso è la cosa più grave.

La repubblica italiana si dice che sia fondata sul lavoro, invece è fondata anche e sopratutto sulla criminalità organizzata che fattura a quanto si dice tanto quanto il Pil, sul micro crimine, sullo sfruttamento, sulla riduzione della libertà individuale e su un apparato politico e religioso di tipo parassitario.

Sull'abominio commesso dal Sistema con la faccia della Fornero, ovviamente no comment.

E non deviamo, parlando di volontariato, perché in un paese civile non dovrebbe esserci alcuna necessità di fare volontariato.

La mente è una, sappi gestirla, in questa società che ti lucra/sfrutta, il meccanismo mentale è uno, pur dispiegandosi in miliardi di declinazioni è uno solo.

E' come un orologio a corda, ci sono milioni di forme di orologi, grandi e piccoli, da muro o da torre campanaria, ma il meccanismo che li fa funzionare è lo stesso per tutti.

Da: QUI

Scritto da Samuele

ALTRE NOTIZIE
L'economia TRUMP VOLA: lavoro per tutti!
L'economia TRUMP VOLA: lavoro per tutti!
(Torino)
-

Ci sono momenti dove il cronista deve tacere a far parlare solo i fatti. E questi fatti sono immensi, gridano vendetta per noi cittadini ridotti da un sistema monetario infame a viver da topi nel perenne terrore delle ire e delle scudisciate del Padrone a
Ci sono momenti dove il cronista deve tacere a far parlare solo i fatti. E...

Giudici e professori salvati: FINTO taglio agli assegni d'oro
Giudici e professori salvati: FINTO taglio agli assegni d'oro
(Torino)
-

Il ricalcolo contributivo avvantaggerà le categorie che si ritirano dal lavoro più tardi e con salari elevati
L'esperto di materia previdenziale Giuliano Cazzola lo aveva già spiegato sul...

Vittima di Stalking, abbandonata dalle Istituzioni
Vittima di Stalking, abbandonata dalle Istituzioni
(Torino)
-

La violenza non è solo uno schiaffo o portare dei lividi sul corpo, è molto di più.
La violenza non è solo uno schiaffo o portare dei lividi sul corpo, è molto di...

Radar militari della NATO che uccidono gli italiani
Radar militari della NATO che uccidono gli italiani
(Torino)
-

Siamo assediati da nemici invisibili e silenziosi:i potenti radar militari della NATO che uccidono lentamente con i loro impulsi a microonde.
“Aiutateci a non morire. Siamo assediati da un nemico invisibile e silenzioso:...

Cognato di Renzi e fratelli: indagine rischia lo STOP
Cognato di Renzi e fratelli: indagine rischia lo STOP
(Torino)
-

“A causa della riforma Orlando, buona parte” dell’indagine della Procura di Firenze sul cognato di Renzi, Andrea Conticini, sposato con sua sorella Matilde, e i fratelli Alessandro e Luca “con l’accusa di riciclaggio rischia di diventare carta straccia“.
“A causa della riforma Orlando, buona parte” dell’indagine della Procura di...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati