Le ONG (nel silenzio piu' totale) continuano a far SBARCARE migliaia di MIGRANTI!

(Catania)ore 18:09:00 del 27/01/2018 - Genere: , Cronaca, Denunce, Sociale

Le ONG (nel silenzio piu' totale) continuano a far SBARCARE migliaia di MIGRANTI!

Un Governo serio dovrebbe chiudere TUTTI i porti italiani alle ong che trasbordano i migranti fasulli dalle barche alle loro navi.

Un Governo serio dovrebbe chiudere TUTTI i porti italiani alle ong che trasbordano i migranti fasulli dalle barche alle loro navi. Infatti la legge del mare dice che devono essere sbarcati nel porto più vicino i "naufraghi" e solo loro che sono una nettissima minoranza rispetto a quelli che invece usufruiscono dei "servizi" delle ong.

In un paese serio, dove il Ministero degli Interni non fosse nelle mani di un pagliaccio come Minniti, le navi delle ONG non potrebbero neanche metterci piede nelle nostre acque territoriali. E le loro violazioni sarebbero sanzionate con la confisca del 5 × 1000 che quei babbei degli italiani devolvono in loro favore (per Medici Senza Frontiere ad es., si tratta di vari milioni di euro).

È di questi giorni la notizia di una ripresa decisa degli sbarchi. Dopo un’estate tutto sommato tranquilla (a confronto con il 2016), a gennaio 2018 il contatore del Viminale ha registrato un aumento del 15% degli arrivi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In valore assoluto si parla di 2.749 migranti a fronte dei 2.393 del gennaio 2016. I numeri allarmano il ministero dell’Interno e l’orologio sembra tornare al periodo precedente l’intervento (a gamba tesa) di Marco Minniti contro le Ong. È vero: rispetto al passato sono aumentati gli sbarchi dalla Tunisia e dalla Turchia, due rotte che non rientrano nelle politiche messe in campo dal governo tra luglio ed agosto tra codice di condotta, accordi con Al Serraj, soldi alle milizie sulla costa e interventi diplomatici nel Fezzan libico. Ma i migranti partiti dalla Libia sono pochi meno (2.195) rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (2.226). Una differenza che certifica il traballare della dottrina Minniti.

Secondo Medici senza Frontiere, i numeri ufficiali degli sbarchi dimostrano che “nonostante la capacità di intervento delle Ong sia cambiata”, le migrazioni “non si fermano con azioni di contenimento”. Ma la realtà è un po’ diversa. In mare sono tutt'ora attive diverse navi umanitarie: Msf ha gettato l’ancora della Vos Prudence, ma rimane attiva sul ponte della Acquarius di Sos Mediterraneé; poi ci sono la nave di Proactiva Open Arms, i due pescherecci di Sea Eye (dalle ultime informazioni posizionati, guarda caso, più vicine alla Tunisia) e i pasdaran di Mission Lifeline. Nonostante la minore attenzione mediatica, i vascelli solidali continuano senza sosta le loro missioni e - in barba al codice di condotta - importano in Italia più immigrati di quanto non facciano mercantili, Unione Europea e marina italiana.

A certificarlo ci sono i rapporti ufficiali della Guardia Costiera Italiana. Ogni mese i guardacoste pubblicano online i dossier sulle attività Sar nel Mediterraneo Centrale in cui viene indicato il numero di migranti salvati da ogni singola nave. Ci si attenderebbe che da agosto ad oggi, in seguito alle inchieste e alle politiche messe in campo dal governo per “regolare” le manovre delle Ong, le missioni di recupero siano in mano alle istituzioni nazionali e europee. Ma non è così. Ad agosto, ad esempio, dei 3.993 immigrati arrivati nel Belpaese, ben 1.631 erano saliti su un natante umanitario, ovvero il 40% del totale. I numeri fanno impressione: la Guardia Costiera si è fermata a 853 individui strappati dalle onde, Eunavfor-Med solo 196 e Triton la misera cifra di 107 profughi.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Confessioni di un sicario dell’economia
Confessioni di un sicario dell’economia
(Catania)
-

Questa è la storia di John Perkins, il capo economista di una società di consulenze, ingegneria e costruzioni di Boston.
Questa è la storia di John Perkins, il capo economista di una società di...

Genova: familiari di diciassette vittime rifiutano i funerali di Stato
Genova: familiari di diciassette vittime rifiutano i funerali di Stato
(Catania)
-

Rabbia e sfiducia nei confronti dello Stato: per questo le famiglie di 17 delle 38 vittime di Genova hanno scelto il rito privato
I familiari di diciassette delle trentotto vittime di Genova hanno scelto i...

Travaglio: altro che Torino-Lione, c'e' da salvare un’Italia a pezzi
Travaglio: altro che Torino-Lione, c'e' da salvare un’Italia a pezzi
(Catania)
-

Quando un viadotto autostradale si sbriciola in un secondo seppellendo morti e feriti, tutte le parole sono inutili
Quando un viadotto autostradale si sbriciola in un secondo seppellendo morti e...

Autostrade: profitti da record ma tagli alla sicurezza
Autostrade: profitti da record ma tagli alla sicurezza
(Catania)
-

Investimenti in calo e bilanci d'oro per la società dei Benetton che gestiva il viadotto
Era il 4 settembre del 1967: c'erano la banda, il vescovo e il presidente...

Blablacar d' un passaggio a 2 stranieri: 24mila euro di multa e 9 mesi di carcere
Blablacar d' un passaggio a 2 stranieri: 24mila euro di multa e 9 mesi di carcere
(Catania)
-

Dà un passaggio a due stranieri con Blablacar: condannato per favoreggiamento dell’immigrazione irregolare
Un ragazzo italiano ha patteggiato una condanna a 9 mesi di carcere per...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati