Password semplici? Le migliori!

(Cagliari)ore 10:05:00 del 13/03/2018 - Genere: , Internet, Tecnologia

Password semplici? Le migliori!

A volte ci dicono di cambiarle spesso, a volte l'esatto contrario, c'è chi consiglia lunghi e improbabili mix di caratteri e chi suggerisce di non sceglierle troppo complicate...

La vera verità è che quando si tratta di password sbagliamo sempre: il più ampio studio sulle chiavi di accesso rivela che più della metà degli utenti le riutilizza più volte su diversi account, o le modifica soltanto di poco - un accorgimento che non garantisce la sicurezza dei dati, anzi.

Gang Wang e i colleghi informatici della Virginia Tech hanno analizzato 61,5 milioni di password utilizzate da 28,8 milioni di persone nell'arco di 8 anni, e rese pubbliche durante vari episodi di violazione dei dati. Le password erano state usate su 107 diversi tipi di provider, social network o motori di ricerca, inclusi Gmail, Myspace e LinkedIn. I risultati dello studio, che sarà presentato a fine mese in una conferenza sulla sicurezza dei dati in Arizona, ci dipingono come una specie inadatta alla protezione dei dati.

Senza speranza. L'85% di chi fa acquisti su siti di shopping online riusa più volte le stesse password, che potrebbero indirizzare i cyber truffatori ai dati della carta di credito. Anche per gli account email, forzieri di dati personali, i due terzi degli utenti ricorrono a password già utilizzate altrove. Il riutilizzo delle parole chiave è particolarmente rischioso perché, violato un account, si può facilmente accedere anche agli altri.

Un po' di fantasia! Ricorrere a diverse varianti della stessa non sembra funzionare: un algoritmo ideato dagli autori dello studio ha indovinato correttamente il 30% delle password modificate in un massimo di 10 tentativi. La minaccia delle password rubate non sembra però spaventare: dopo le brecce nei sistemi di sicurezza, il 70% degli utenti le cui password erano state pubblicate è tornato a usare le stesse!

  • Date queste premesse poco rassicuranti, come fare per proteggere la privacy online? Per Wang, è importante almeno assicurarsi che gli account più sensibili e importanti abbiano chiavi d'accesso uniche, mentre per quelli "minori" possiamo anche ricorre a password riciclate. Fino a qui sembra fattibile...

Da: QUI

Scritto da Samuele

ALTRE NOTIZIE
WhatsApp: arriva il nuovo browser integrato
WhatsApp: arriva il nuovo browser integrato
(Cagliari)
-

Trapela tramite la versione Beta di WhatsApp una novità che potrà fare decisamente felici chi usa il sistema di messaggistica più importante al mondo. In arrivo la possibilità di aprire i link direttamente con un browser web integrato.
WhatsApp per Android ha ricevuto un nuovo aggiornamento sul canale beta, che...

Instagram: ecco come vedere i video insieme ai tuoi amici!
Instagram: ecco come vedere i video insieme ai tuoi amici!
(Cagliari)
-

L'indiscrezione arriva da Twitter. L'aggiornamento sarebbe simile al watch party di Facebook
Sono bastate tre foto una breve frase apparse sul profilo Twitter di Jane...

PlayStation Now in Italia: cosa cambia
PlayStation Now in Italia: cosa cambia
(Cagliari)
-

PlayStation Now arriva in Italia: il futuro dei videogiochi è lo streaming
Il 12 marzo Sony ha lanciato anche in Italia PlayStation Now, un nuovo servizio...

Redmi Note 7 recensione: un MOSTRO a meno di 200 euro!
Redmi Note 7 recensione: un MOSTRO a meno di 200 euro!
(Cagliari)
-

RECENSIONE REDMI NOTE 7 - Xiaomi ha annunciato oggi la disponibilità a 179 euro del Redmi Note7. 
RECENSIONE REDMI NOTE 7 - Xiaomi ha annunciato oggi la disponibilità a 179 euro...

Huawei P30: tutte le caratteristiche dello smartphone monster!
Huawei P30: tutte le caratteristiche dello smartphone monster!
(Cagliari)
-

Huawei P30 e P30 Pro dovrebbero avere uno schermo OLED, processore Kirin 980, lettore di impronte digitali in-display e tre/quattro fotocamere posteriori.
HUAWEI P30 NEWS - Huawei ha mostrato un prototipo del P30 Pro al Mobile World...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati