PD LONTANO DALLA CHIESA: VESCOVO NEGA LA BENEDIZIONE!

(Viterbo)ore 17:34:00 del 30/11/2017 - Genere: , Cronaca, Politica

PD LONTANO DALLA CHIESA: VESCOVO NEGA LA BENEDIZIONE!

Nessuno benedice la sede del Pd, ci pensa il politico.

Il vescovo ha fatto bene a negare la benedizione, ha dimostrato l’imparzialità della chiesa; il PD è ormai un partito alla frutta e soprattutto è fatto di gente che non ha spessore politico ma cerca solo di vendere fumo; Fioroni come Gentiloni sono figure minori di un mondo di Mezzo che l’ascesa di Renzi ha risvegliato dal sonno profondo; quando si dice che al peggio non c’è limite ora ne stiamo vedendo una dimostrazione; pensavo che con Berlusconi avessimo toccato il fondo e invece non è così; nel 2018 ne vedremo ancora delle belle; tra mummie come Scalfari e inutili come Fioroni l’Italia rischia di sprofondare nel medioEvo da cui venirne fuori sarà una impresa titanica; speriamo che alle prossime elezioni la vittoria dei 5S possa mettere un freno a questa deriva; non pretendo che risolvano tutti i problemi, mi basta che interrompano questa discesa irrefrenabile, quanto basta per riprendere animo e come hanno fatto i ns genitori all’indomani della 2*guerra mondiale, ci si possa organizzare per la risalita

La benedizione, egregio Fioroni, ve la daremo tra qualche mese del 2018 anno Domini. Sarà di popolo, quando con il voto di popolo sarete messi Pd-P2 nelle condizioni di nuocere sempre di meno. Sarà "Vox populi vox Dei". Vi dovrà non solo bastare ma soddisfare in pieno. Sarete soddisfatti in pieno e dal popolo e pure da quel dio di cui cercate la benedizione

Come non capirlo quel poveraccio del vescovo. Avesse mandato il prete a benedire la sede, avremo avuto una serie di articoli dei vari house organ del pensiero laiko che più laiko non si può, indignati da questo scandaloso tentativo di ripristinare il potere temporale della Chiesa, che scende nell'agone politico in maniera minacciosa per riportarci a tempi della Inquisizione und delle Crociate. Certo se poi ci sono pure i Fioroni di turno che ci mettono abbondantemente del proprio, il compito è agevolato. Il vescovo ci avrà pensato per giorni: "come faccio per sfuggire a qualsiasi strumentalizzazione? Meglio che ce ne stiamo in disparte". E invece no, caro il mio ingenuotto di vescovo, la strumentalizzazione arriva puntuale come i treni in Svizzera, se parli o se taci, se ti fai vedere o non ti fai vedere, se benedici o non benedici. Fattene una ragione.

Scritto da Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Elezioni in Brasile: trionfa Jair Bolsonaro, leader di estrema destra
Elezioni in Brasile: trionfa Jair Bolsonaro, leader di estrema destra
(Viterbo)
-

Jair Bolsonaro, candidato della destra conservatrice ed ex militare, ha staccato di oltre 20 punti percentuali Fernando Haddad, esponente progressista sostenuto anche dall’ex presidente Lula.
Con quasi il 50% dei voti Jair Bolsonaro, candidato di estrema destra, ha...

GOLPE FINANZIARIO: Draghi va da Mattarella per impartire ordini?
GOLPE FINANZIARIO: Draghi va da Mattarella per impartire ordini?
(Viterbo)
-

Un segnale da brividi: mercoledì il presidente della Bce Mario Draghi è salito al Quirinale per parlare con il Capo dello Stato Sergio Mattarella, nella massima discrezione possibile.
Un segnale da brividi: mercoledì il presidente della Bce Mario Draghi è salito...

I comunisti di una volta? VOTANO LEGA! Aveva ragione Bersani
I comunisti di una volta? VOTANO LEGA! Aveva ragione Bersani
(Viterbo)
-

La Sinistra soffre della ''Sindrome di Fonzie'' ovvero non riescono a pronunciare l'espressione ''ho sbagliato'' anche quando hanno torto marcio
"Guardate che i comunisti di una volta oggi votano Lega". Queste amare parole di...

Confiscato tesoro da 600mila euro a don Euro: il prete aveva anche auto e diamanti
Confiscato tesoro da 600mila euro a don Euro: il prete aveva anche auto e diamanti
(Viterbo)
-

Il sacerdote aveva accumulato un vero e proprio tesoro con truffe al vescovo e ai fedeli, spendendone una gran parte in festini e beni di lusso.
Se era stato soprannominato "Don Euro" un motivo c'è, e l'hanno potuto...

Milano: il PD introduce la BEBE' CARD: contributi a mamme immigrate
Milano: il PD introduce la BEBE' CARD: contributi a mamme immigrate
(Viterbo)
-

Milano, la “bebè card” del Pd: soldi agli immigrati e sostituzione di popolo 
Milano, la “bebè card” del Pd: soldi agli immigrati e sostituzione di...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati