Politica corrotta: ecco perche’ il Parlamento non conta piu’ nulla ormai

FROSINONE ore 19:07:00 del 27/02/2015 - Genere: Politica

Politica corrotta: ecco perche’ il Parlamento non conta piu’ nulla ormai

Politica corrotta: ecco perche’ il Parlamento non conta piu’ nulla ormai. Governo questo sconosciuto.

Il Parlamento questo sconosciuto. Gli ultimi quattro esecutivi (Berlusconi, Monti, Letta, Renzi) hanno visto di fatto un riassetto istituzionale informale per cui ilgoverno ha pian piano scalzato la centralità del Parlamento.Il che non sarebbe un male in sé, se questo significasse una crescita della dimensione decisionista della Politica anziché un commissariamento delle istituzioni da parte di potentati sovranazionali che impongono delle scelte da prendere subito e senza fiatare.

Secondo il minidossier Openpolis “Il governo al tempo della crisi”, infatti, il periodo preso in esame ha visto 80% delle leggi di iniziativa governativa e solo il 20% di iniziativa parlamentare. Interessante è anche la percentuale di successo rispetto l’iniziativa, da cui si evince che oltre il 30% di tutte le proposte del governo diventa legge mentre le proposte del Parlamento che vanno a buon fine non raggiungono neanche un misero 1%. Anche rispetto alla lunghezza del procedimento legislativo dobbiamo distinguere se l’iniziativa è del governo (media 112 giorni) o del Parlamento (media 337 giorni).

Per ottenere questi risultati senza che ci sia stata una formale attribuzione di nuove prerogative il governo ha utilizzato sempre maggiormente lo strumento del voto di fiducia. Non solo sui provvedimenti particolarmente dibattuti – 8 voti di fiducia per approvare la riforma Fornero sul lavoro – ma anche come metodo consolidato per compattare la maggioranza e restringere il dibattito d’Aula. Il rapporto fra leggi approvate e fiducie richieste ha raggiunto nuove vette con gli esecutivi Monti e Renzi, entrambi intorno al 45%. Compito del Parlamento sarebbe anche quello di vigilare sull’attività del governo, operazione che svolge perlopiù attraverso la presentazione di interrogazioni e interpellanze alla Presidenza del Consiglio oppure ai singoli ministri. Le risposte che riceve però sono bassissime, in totale viene data attenzione solo al 35% dei quesiti, con la percentuale che tocca il punto più basso con il governo Renzi, sotto il 25%.

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue
Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue

-

Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha colpito l’export e da una crisi di fiducia sull’Italia che ha ridotto gli investimenti esterni e interni quando il governo ha esplicitato una linea de-sviluppista e assistenz
Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha...

Lega: educazione civica obbligatoria a scuola?
Lega: educazione civica obbligatoria a scuola?

-

La Lega ha presentato una proposta di legge il cui scopo è quello di rendere obbligatorio l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole: dalle materne alle superiori.
L’insegnamento dell’educazione civica a scuola potrebbe tornare obbligatorio: la...

Decreto Sicurezza: la lettera di Salvini
Decreto Sicurezza: la lettera di Salvini

-

La scelta di scrivere direttamente ai territori nasce anche dalle tante polemiche di questi giorni su un decreto che rischia di complicare molto la gestione delle strutture coordinate proprio dagli enti locali.
Dopo il via libera sul decreto Sicurezza e Immigrazione, per il quale è stato...

Reddito di Cittadinanza, importo da 780 euro: ecco chi ne avra' il diritto
Reddito di Cittadinanza, importo da 780 euro: ecco chi ne avra' il diritto

-

Il governo smentisce le ricostruzioni secondo cui l’assegno mensile sarebbe stato di 500 euro e conferma che l’importo del reddito di cittadinanza sarà di 780 euro.
Aveva fatto molto discutere l'analisi de Il Sole 24 Ore secondo cui l'importo...

Che la DIFESA sia SEMPRE legittima
Che la DIFESA sia SEMPRE legittima

-

I cittadini non si sentono più sicuri. E si difendono da sé. Viaggio nella giustizia italiana che tutela ladri e malviventi e condanna chi si difende
La spiegazione è tutta nei numeri. C'è un motivo se gli italiani hanno deciso di...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati