Recensione The Sims 4 console

(Bologna)ore 08:18:00 del 25/11/2017 - Genere: , Videogames

Recensione The Sims 4 console

Intendiamoci, il controller non può e non potrà mai sostituire mouse e tastiera, ma se c’è una categoria di giochi che soffre particolarmente il passaggio è proprio quella dei gestionali: abbiamo provato a tirare su dalle fondamenta una nostra casa, essen

The Sims 4 Console Edition non sembra essere stato ben accolto dalla critica internazionale, la quale ha critica molti aspetti del porting per PlayStation 4 e Xbox One. Il gioco prenta un comparto tecnico discreto ma la mancanza di contenuti e il sistema di controllo macchinoso sembrano penalizzare la produzione Electronic Arts.

Tra i primi voti troviamo quelli di Twinfinite (7/10), Vandal (7/10), Meristation (64/100), CGMagazine (4/10), GameInformer USA (7/10), We Got This Covered (7/10), Xbox Achievments (68/100), IGN Spagna (67/100) e IGN.com (55/100). Su Metacritic, la media è pari a 66/100 per la versione Xbox One e 69/100 per l'edizione PlayStation 4.

Ridatemi tastiera e mouse

…fin quando non si entra nel gioco vero e proprio! Una volta scelta la località in cui stabilire l’unità familiare del nostro primo Simmino, abbiamo due possibilità: acquistare un prefabbricato, con tanto di mobili e tutto il necessario per dare al nostro eroe una vita ai limiti della decenza, oppure costruirci una casa a nostro piacimento partendo da zero grazie alla modalità Costruisci. E qui entra in gioco l’eterno problema che da sempre affligge ogni singola uscita di The Sims all’infuori di quelle PC, i comandi. Intendiamoci, il controller non può e non potrà mai sostituire mouse e tastiera, ma se c’è una categoria di giochi che soffre particolarmente il passaggio è proprio quella dei gestionali: abbiamo provato a tirare su dalle fondamenta una nostra casa, essendo amanti delle personalizzazioni, ma dopo mezz’ora a litigare con muri storti, stanze disallineate e mobili piazzati male, il cambio di rotta verso un’abitazione già pronta è sembrata la scelta più sensata per preservare la sanità mentale. Con questo ovviamente non vogliamo dire che il tool non sia all’altezza, tutt’altro: Costruisci è una modalità estremamente versatile e offre centinaia di possibilità, ma proprio per questo è tanto un paradiso su PC quanto un inferno su console, dove nel primo caso ogni comando è assegnato a un tasto e gli oggetti sono selezionabili tramite mouse, mentre nel secondo si riduce tutto a dorsali e levette analogiche. Paradossalmente potrebbero destreggiarsi meglio tra i menu coloro che non hanno mai provato la serie su PC, non avendo un background a cui attingere, ma in ogni caso si soffre abbastanza, ve lo assicuriamo.

Vivi e lascia vivere

Decisamente meglio invece la modalità Vivi, il fulcro dell’esperienza: lo schema di comandi studiato per accompagnare il proprio Simmino durante la propria vita è intuitivo, è stato introdotto un mix di scelta tramite puntatore e navigazione a menu semplice. In parole povere, tutto quello che è a schermo si può cliccare e selezionare con il cursore in stile freccetta del mouse; quello che invece fa da “contorno” alla schermata, ovvero la barra con i bisogni da soddisfare, le icone per visualizzare aspirazioni, carriera, cellulare e quant’altro è selezionabile premendo il touchbar del Dualshock, comando che fa sparire il cursore e ci porta nel menu a navigazione esterno. Resta il dubbio sul perché Maxis non abbia reso possibile cliccare anche le icone sui bordi con il cursore, ma tutto sommato il sistema funziona abbastanza bene, ci si fa la mano dopo qualche ora di gioco.

Non chiedo mica la luna!

Come dicevamo all’inizio, The Sims 4 su console è un porting preso e portato da PC senza aver cambiato una virgola, ed è la prima volta che accade: se da un lato è apprezzabile, perché appunto mai prima di TS4 c’era stato un capitolo che fornisse l’esperienza completa anche ai giocatori che preferiscono il controller al mouse, dall’altro è triste aver perso quel “mood da console” che ha sempre contraddistinto i vari The Sims 2 su PS2, The Urbz e così via, giochi che fornivano un qualcosa di diverso in termini di gameplay e struttura stessa, rendendoli prodotti unici. Così, The Sims 4 su console è semplicemente il solito The Sims 4…su console. Anzi no: una mancanza abbastanza grave è la Galleria online, dove gli utenti PC possono condividere le loro creazioni. Si guadagna da una parte ma si perde dall’altra, la vita è così, non si può avere tutto. Anche graficamente il titolo è rimasto identico alla controparte PC, con tutti i suoi pregi e difetti, nemmeno qualche piccolo miglioramento attivabile su PS4 Pro, console su cui abbiamo eseguito la nostra prova; parliamo di un comparto grafico che ha ormai tre anni, ma comunque, nel complesso, il risultato è accettabile. Nella nostra prova abbiamo purtroppo notato rallentamenti generali nel proseguire della vita del Simmino: dopo qualche mese, forse complice l’ingolfamento dell’abitazione, interagire con gli oggetti è diventato più faticoso; speriamo siano problemini risolvibili tramite patch, magari già nei primi giorni dopo il d1.

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
FIFA 19 Ultimate Team: come fare crediti all'inizio
FIFA 19 Ultimate Team: come fare crediti all'inizio
(Bologna)
-

Considerando le innumerevoli novità di questa nuova edizione di FIFA, muovere i primi passi all’interno di Ultimate Team può creare qualche grattacapo sia al neofita sia al videogiocatore più navigato.
Considerando le innumerevoli novità di questa nuova edizione di FIFA, muovere i...

Recensione Dark Souls Remastered Switch
Recensione Dark Souls Remastered Switch
(Bologna)
-

La prospettiva di poter finalmente godere della malvagità ludica di From Software su una piattaforma Nintendo era senza dubbio inebriante, specialmente considerando le peculiarità di una console ibrida difficile da associare alla firma stilistica del game
  Quando, lo scorso gennaio, Bandai Namco confermò che la versione...

Arena of Valor: anteprima
Arena of Valor: anteprima
(Bologna)
-

In Arena of Valor si combatte in mappe divise in tre corsie, le proverbiali lane, tra due team di cinque giocatori.
  Dopo essersi ricavato la sua importante nicchia nel settore mobile, Arena of...

Dreams, guida
Dreams, guida
(Bologna)
-

Tra il vociare incessante dei visitatori, le sonorità degli stand e le postazioni di prova dei principali espositori, può accadere che la fiera imponga la propria presenza sul panorama videoludico senza dunque sfigurare rispetto alle altre realtà del sett
  La Milan Games Week è un evento da non sottovalutare. Tra il vociare...

WWE 2K19: anteprima
WWE 2K19: anteprima
(Bologna)
-

Ecco quindi che, con l’arrivo dell’autunno, arriva WWE 2K19, pronto a raccogliere l’eredità lasciata da un episodio che, per la verità, non ci aveva convinti fino in fondo.
  Siamo abituati ormai da tempo all’uscita, sempre puntuale, di un nuovo titolo...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati