Renzi a Messina

(Messina)ore 19:47:00 del 03/10/2016 - Genere: Denunce, Politica

Renzi a Messina

“Continuano a parlare dello Stretto di Messina, ma io ritengo che gli otto miliardi a disposizione per questa opera dovrebbero essere dirottati sulla scuola pubblica per la realizzazione di nuovi edifici e per rendere più moderne e sicure“.

Si parla di un’opera il cui costo ammonta a più di otto miliardi di Euro, e questo Renzi già lo sapeva da tempo. Un ponte di 3 chilometri con profilo aerodinamico e senza alcun pilone a sostenerlo non è mai stato fatto prima d’ora, quindi non si ha nemmeno la sicurezza che regga, in particolare in una zona altamente sismica come Messina, e con correnti fortissime. Un’opera che potrebbe far salire ancora di più il debito pubblico alle stelle, che si andrebbe a sommare agli 80 miliardi di aumento del debito pubblico raggiunti nei primi sei mesi di quest’anno.

Era l’ottobre del 2012 quando Renzi,in veste di “rottamatore” e sindaco di Firenze,disse NO al ponte sullo stretto di Messina.

Continuano a parlare dello Stretto di Messina, ma io ritengo che gli otto miliardi a disposizione per questa opera dovrebbero essere dirottati sulla scuola pubblica per la realizzazione di nuovi edifici e per rendere più moderne e sicure“.

http://misteri.newsbella.it/quando-renzi-disse-no-al-ponte-sullo-stretto-di-messina-quando-un-premier-smentisce-se-stesso/

Tra tutte le promesse fatte in passato solo quella sulle unioni civili sembra sia stata portata a compimento, la banda larga è presente solo nelle grandi città, il debito pubblico continua a salire alle stelle e il ponte sullo stretto si farà.

Ma il premier, ora che la data del referendum costituzionale è stata fissata e può iniziare la campagna elettorale, ha deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo promettendo 100 mila posti di lavoro per 6 anni nella realizzazione del ponte sullo stretto. Serviva una grande opera per la campagna per il SI al Referendum, e una soluzione per non scontentare gli “amici costruttori” dopo il NO secco della Raggi per le olimpiadi. La soluzione è il ponte sulle stretto di Messina. E poi chi se ne frega se aveva promesso che questi soldi sarebbero stati destinati alle scuole, chi se ne frega se il debito pubblico aumenta, chi se ne frega se era un’idea di Berlusconi, chi se ne frega se il ponte regga o meno, chi se ne frega se terminati i lavori (dopo circa 6 anni) i lavoratori torneranno a a casa. L’importante è vincere il Referendum e non perdere la poltrona…..

Lo ha detto Renzi, intervenendo alla celebrazione per 110 anni della Salini-Impregilo alla Triennale di Milano:
Dobbiamo completare il collegamento tra Napoli e Palermo, togliere la Calabria dall’isolamento e rendere la Sicilia più vicina con il ponte sullo stretto creando centomila posti di lavoro”.

Questi soldi potrebbero essere stanziati davvero per rendere le scuole più sicure (come Renzi aveva promesso) oppure per ricostruire Amatrice, Reggio Emilia, L’aquila…,creando molti più posti di lavoro di quelli sbandierati.

Più giovane di sei anni, Matteo Renzi anticipava quello che sarebbe stato il programma del suo governo: innovazione, rispetto per l’ambiente, adeguamento tecnologico per l’Italia. E dal palco della manifestazione non aveva dubbi: “Vogliamo un Paese che preveda le unioni civili, la banda larga e non il ponte sullo stretto, e che riduca il debito pubblico”.

Scritto da Sasha

ALTRE NOTIZIE
Manager svela il marcio negli alimenti!
Manager svela il marcio negli alimenti!
(Messina)
-

Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali multinazionali del cibo svela il marcio nascosto nei prodotti del supermercato.
Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali...

Italia DISCARICA D'EUROPA: sul Lago Maggiore secondo deposito SCORIE NUCLEARI UE
Italia DISCARICA D'EUROPA: sul Lago Maggiore secondo deposito SCORIE NUCLEARI UE
(Messina)
-

Mentre l’Italia in anni di tentativi non riesce a decidersi sul deposito per i rifiuti nucleari ora dispersi in una ventina di stoccaggi atomici dal Piemonte alla Sicilia, la Commissione Ue ha costruito — ed è pronto, vuoto, tirato a lucido e profumato di
Mentre l’Italia in anni di tentativi non riesce a decidersi sul deposito per i...

L'esercito finanziario del Milan? Bilancio in rosso di 126 milioni di euro
L'esercito finanziario del Milan? Bilancio in rosso di 126 milioni di euro
(Messina)
-

L’esercizio finanziario riferito alla stagione 2017/2018 risente della campagna acquisti dello scorso anno, anche se i ricavi sono in aumento.
Deficit in crescita rispetto allo scorso anno Il Milan ha pubblicato il...

Il potere ha paura della SPIRITUALITA', la fede rende un popolo piU' coraggioso e meno manipolabile
Il potere ha paura della SPIRITUALITA', la fede rende un popolo piU' coraggioso e meno manipolabile
(Messina)
-

La spiritualità mette in crisi il sistema basato sul dominio, per questo è stata così accanitamente combattuta, anche dalla religione stessa….
Oppio dei popoli? Sì, quando la religione “perde l’anima” e si trasforma in...

Come Coca Cola, Pepsi e Nestle' inquinano il pianeta: ecco come
Come Coca Cola, Pepsi e Nestle' inquinano il pianeta: ecco come
(Messina)
-

Appartengono a Coca-Cola, Pepsi e Nestlé la maggior parte dei contenitori e imballaggi usa e getta identificati nel corso di 239 attività di pulizia e catalogazione dei rifiuti – brand audit – condotti in 42 Paesi e sei continenti da Break Free From Plast
Appartengono a Coca-Cola, Pepsi e Nestlé la maggior parte dei contenitori e...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati