Riparare un cuore spezzato? Ecco come

(Genova)ore 23:11:00 del 23/05/2018 - Genere: , Sesso

Riparare un cuore spezzato? Ecco come

Nessuno è immune al mal d’amore. Lo psicologo Guy Winch spiega perché riparare un cuore spezzato sia in realtà una battaglia contro sé stessi e fornisce alcuni strumenti per riuscire in questa difficile missione

Nessuno è immune al mal d’amore. Lo psicologo Guy Winch spiega perché riparare un cuore spezzato sia in realtà una battaglia contro sé stessi e fornisce alcuni strumenti per riuscire in questa difficile missione. I nostri cuori potranno anche spezzarsi, ma noi non dobbiamo spezzarci con loro

Per molti è davvero difficile riprendersi da un cuore spezzato. Persone forti, determinate e consapevoli dedicano troppo tempo a cercare di capire i motivi per cui la loro relazione è finita, domandosi perchè gli stessi meccanismi che ci fanno superare ogni tipo di sfida nella vita falliscono miseramente quando si tratta di riparare un cuore spezzato.

La cosa più importante che il ricercatore e psicologo Guy Winch ha capito, durante i suoi anni di ricerca, è che quando si ha il cuore spezzato gli istinti su cui di solito facciamo affidamento ci guidano verso soluzioni sbagliate: quando si soffre per amore non ci si può fidare di ciò che la mente ci suggerisce.

Molte persone non sono disposte ad accettare i motivi per cui la loro relazione finisce. Un cuore spezzato crea un dolore emotivo talmente grande da far credere alla mente che sia necessaria un altrettanto grande e drammatica giustificazione per quanto è accaduto. Questo è un istinto primordiale e piegherebbe anche il più ragionevole e razionale degli esseri umani, trasformandolo in un formidabile architetto di castelli in aria, in un inventore di improbabili motivazioni.

Un cuore spezzato è una faccenda molto più insidiosa di quello che si può pensare: gli studi che sono stati fatti sulla mente di chi vive questa situazione hanno dimostrato che l’allontanamento dell’amore romantico attiva nel cervello gli stessi meccanismi di un tossicodipendente che si allontana da sostanze come droghe e oppioidi. E se la possibilità di stare con la persona amata è la droga, i ricordi della relazione diventano gli oppioidi, da usare per allontanarsi meno dolorosamente. La differenza fondamentale è che un drogato sa di avere una dipendenza, le persone con il cuore spezzato no.

Quindi in che modo si guarisce un cuore spezzato? Smettendo di nutrire la dipendenza.

Basta con i viaggi solo andata sul viale dei ricordi. Basta con i messaggi poetici che non dicono niente e soprattutto basta con l’ispezione dei profili social dell’ex e con la libera interpretazione dei suoi post che quasi certamente non contengono messaggi criptati. Tutti questi gesti non fanno altro che accrescere il dolore emotivo e l’arma più forte da sferrare contro di essi è la ragione.

Non esiste nessuna spiegazione che riuscirà a darvi soddisfazione, nessun motivo nascosto che metterà fine al dolore. È necessario interrompere la ricerca. Accettare le motivazioni che ci sono state fornite o inventarne una se necessario, la cosa importante è sospendere la caccia al fantasma. Lasciare andare e impedire alla mente di nutrirsi di speranze, perché questo farà regredire il processo di guarigione. Il mal d’amore è un esperto manipolatore e spesso riesce a farci fare esattamente l’opposto di quello che dovremmo fare per guarire.

Una delle tendenze più comuni di chi ha il cuore spezzato è idealizzare la persona che l’ha rotto: la mente gira intorno ai bei ricordi come tenuta in ostaggio da una playslist Spotify passivo aggressiva. Per evitare di idealizzare è necessario bilanciare. Ricordare le smorfie di rabbia, non solo il suo sorriso. La noia, non solo i momenti indimenticabili.

Per raggiungere questo obiettivo sarà utile compilare una lista da tenere sul telefono, con tutte le qualità negative, le seccature e tutti i motivi per cui quella persona non era giusta per noi. Questo elenco puntato di cose sbagliate servirà da spauracchio per la nostalgia. I ricordi non sono perfetti, la relazione non era perfetta.

La fine di una relazione può lasciare un grande vuoto quando si è abituati a condividere la vita con qualcuno e questo non spiega solo il perché un cuore spezzato è così devastante ma anche come guarirlo: bisogna identificare quei vuoti e riempirli, tutti.

Ristabilire chi siamo e per quale ragione viviamo. Smettere di cercare motivazioni inutili e anche di idealizzare l’ex partner, non è lui la superstar della vostra vita, siete voi.

Basta con i viaggi solo andata sul viale dei ricordi

Basta con i messaggi poetici che non dicono niente e soprattutto basta con l’ispezione dei profili social dell’ex e con la libera interpretazione dei suoi post che quasi certamente non contengono messaggi criptati. Tutti questi gesti non fanno altro che accrescere il dolore emotivo e l’arma più forte da sferrare contro di essi è la ragione.

È necessario interrompere la ricerca

Non esiste nessuna spiegazione che riuscirà a darvi soddisfazione, nessun motivo nascosto che metterà fine al dolore. È necessario interrompere la ricerca. Accettare le motivazioni che ci sono state fornite o inventarne una se necessario, la cosa importante è sospendere la caccia al fantasma. Lasciare andare e impedire alla mente di nutrirsi di speranze, perché questo farà regredire il processo di guarigione. Il mal d’amore è un esperto manipolatore e spesso riesce a farci fare esattamente l’opposto di quello che dovremmo fare per guarire.

Basta idealizzare

Una delle tendenze più comuni di chi ha il cuore spezzato è idealizzare la persona che l’ha rotto: la mente gira intorno ai bei ricordi come tenuta in ostaggio da una playslist Spotify passivo aggressiva. Per evitare di idealizzare è necessario bilanciare. Ricordare le smorfie di rabbia, non solo il suo sorriso. La noia, non solo i momenti indimenticabili.

Elencare tutte le qualità negative

Per raggiungere questo obiettivo sarà utile compilare una lista da tenere sul telefono, con tutte le qualità negative, le seccature e tutti i motivi per cui quella persona non era giusta per noi. Questo elenco puntato di cose sbagliate servirà da spauracchio per la nostalgia. I ricordi non sono perfetti, la relazione non era perfetta.

Colmare i vuoti

La fine di una relazione può lasciare un grande vuoto quando si è abituati a condividere la vita con qualcuno e questo non spiega solo il perché un cuore spezzato è così devastante ma anche come guarirlo: bisogna identificare quei vuoti e riempirli, tutti.

Ristabilire chi siamo e per quale ragione viviamo

Smettere di cercare motivazioni inutili e anche di idealizzare l’ex partner, non è lui la superstar della vostra vita, siete voi.

Da: QUI

Scritto da Sasha

ALTRE NOTIZIE
Sesso ad alta quota: un bisogno ormonale?
Sesso ad alta quota: un bisogno ormonale?
(Genova)
-

Quello che sta alla base di volerlo fare “strano” non è voyeurismo, bensì un risveglio ormonale forse causato dall’alcol…
Una moda, scandalosa, che non sembra voler diminuire. Aumentano, infatti, le...

Oroscopo del sesso weekend 11 agosto: BILANCIA SUPER SEGNO!
Oroscopo del sesso weekend 11 agosto: BILANCIA SUPER SEGNO!
(Genova)
-

Torna con Andrea e Michele l’oroscopo di Ginny: segno per segno, il sesso che ci attende nel weekend.
Le prime tre posizioni:3 – SAGITTARIO come quello a cui mancano solo due giorni...

Tutte le grida nel sesso!
Tutte le grida nel sesso!
(Genova)
-

Grida durante il sesso. Una sequenza di rumori, esclamazioni, parole che variano da persona a persona. Spesso il rumore non è nemmeno rumore. Solo un tratto sopra il silenzio più totale.
Grida durante il sesso. Una sequenza di rumori, esclamazioni, parole che variano...

Cosa non mangiare prima di una notte d'amore
Cosa non mangiare prima di una notte d'amore
(Genova)
-

Se l’unica estate bollente che desiderate è quella sotto le lenzuola, fate attenzione a quello che mangiate.
Se l’unica estate bollente che desiderate è quella sotto le lenzuola, fate...

Sesso in acqua: tutti i rischi
Sesso in acqua: tutti i rischi
(Genova)
-

E’ romantico e suggestivo, ma potrebbe essere una pessima idea per la salute
Sesso in acqua? Meglio di no. Che sia in mezzo al mare, in una piscina, o in una...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati