SHOCK: CHE FINE HANNO FATTO I 33MILIONI DI SMS DI SOLIDARIETA'?

(L Aquila)ore 22:37:00 del 27/09/2017 - Genere: , Cronaca, Denunce, Sociale

SHOCK: CHE FINE HANNO FATTO I 33MILIONI DI SMS DI SOLIDARIETA'?

Affermazioni shock del sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi in occasione della festa di Atreju.”ecco dove sono finiti i soldi degli sms donati dagli italiani per i terremotati del centro Italia“.

Affermazioni shock del sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi  in occasione della festa di Atreju.”ecco dove sono finiti i soldi degli sms donati dagli italiani per i terremotati del centro Italia“.

Proprio mentre la maggior parte dei mass media sono compatti, uniti ed impegnati verso ciò che desta loro maggiore preoccupazione e paura, ossia nella campagna denigratoria contro il candidato premier grillino Luigi Di Maio, il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, in occasione della festa di Atreju prende la parola e fa delle dichiarazioni shock:

Riferendosi ai 33 milioni che gli italiani hanno donato attraverso sms da 2 euro l’uno o attraverso bonifici di solidarietà destinati a beneficio delle popolazioni terremotate di Amatrice, Accumoli, Arquata o Pescara del Tronto e degli altri comuni terremotati il 24 agosto 2016, ha dichiarato:

“Per adesso nono arrivati SOLO i soldi della solidarietà degli italiani (bonifici diretti). Per il resto la gestione degli sms è stata una cosa scandalosa, perchè ad Amatrice, Accumoli ecc non è arrivato niente. Per il resto sono soddisfatto di quello che sta accadendo ad Amatrice ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per merito della solidarietà degli italiani”.

[video]

Questo, secondo Pirozzi è stato un grave sbaglio perchè genera nelle persone una tale sfiducia che porta a non credere più in nulla, tantomeno negli sms solidali.

Ma dove sono finiti i soldi degli sms solidali destinati ai terremotati del centro Italia?

“La destinazione di quei fondi” – afferma Pirozzi- “è stata decisa da una commissione di saggi che tanto saggi non sono. Io credo che dopo averli usati così bisogna chiedere scusa agli italiani“.

Il sindaco afferma che tali fondi sono stati utilizzati per tutt’altro scopo, tra i quali quello di fare una pista ciclabile nelle Marche, a Civitanova, paese non compreso nelle zone devastate dal sisma (progetto bloccato a causa delle proteste dei cittadini).

“In questo modo non viene rispettata la volontà popolare, e si viene a creare un sistema dove nessuno crede più a niente“, conclude Pirozzi.

Di seguito vi mostriamo un video realizzato da Franco Bechis che ha intervistato personalmente il sindaco Sergio pirozzi alla festa di Atreju. Duona visione e buona meditazione…..

Da: Jeda

Scritto da Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Roma: sindaca Raggi condannata per falso
Roma: sindaca Raggi condannata per falso
(L Aquila)
-

Una “pena minima” per un processo pesantissimo dal punto di vista politico, che alla luce del regolamento interno al M5S potrebbe mettere a rischio la permanenza stessa della sindaca di Roma alla guida del Campidoglio.
“Il senso deve essere quello di condurre tutti i processi allo stesso modo. E...

Microchip negli umani? NON saranno facoltativi!
Microchip negli umani? NON saranno facoltativi!
(L Aquila)
-

Le tecnologie progettate specificamente per tracciare e monitorare gli esseri umani sono in sviluppo da almeno due decadi.
 Nel mondo virtuale, i software sono oggi in grado di osservarci in tempo reale,...

Il cardinale da 35 mila euro al mese: e predicava pure la poverta'!
Il cardinale da 35 mila euro al mese: e predicava pure la poverta'!
(L Aquila)
-

Il cardinale da 35 mila euro al mese: in Vaticano scoppia un nuovo scandalo
L’amico e primo consigliere di Francesco, Oscar Maradiaga, predicava il...

Deforestazione? CARTA DI CANAPA miglior alternativa per combatterla
Deforestazione? CARTA DI CANAPA miglior alternativa per combatterla
(L Aquila)
-

L’uso della fibra di canapa per produrre carta risale a più di 2mila anni fa, eppure l’umanità continua ad abbattere alberi e ad inquinare l’ambiente.
L’uso della fibra di canapa per produrre carta risale a più di 2mila anni fa,...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
(L Aquila)
-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati