Telegram: l'app per fare sesso virtuale perfetta

(Milano)ore 08:22:00 del 12/11/2017 - Genere: , Sesso

Telegram: l'app per fare sesso virtuale perfetta

Se sei un leone da tastiera forse la conosci già ma ora l’app russa ha aggiunto una funzione che la porterà ancora più in alto negli indici di gradimento del sesso digitale.

No dai, non facciamolo qui, andiamo su Telegram. Se sei un leone da tastiera forse la conosci già ma ora l’app russa ha aggiunto una funzione che la porterà ancora più in alto negli indici di gradimento del sesso digitale. Con l’aggiornamento 4.2 è arrivata la possibilità di postare foto e video che si autodistruggono dopo un tot di tempo anche nelle chat normali. Insomma, un invito a delinquere di stampo erotico che fa impennare il prurito digitale e cadere le ultime remore: quella foto hot o quel clippino erotico non hanno più scampo e lei non ha più motivo per mantenere la sua pruderie. “Mandamelo su Telegram a tempo, tanto si autodistrugge”. Facile no? E via alle danze.

Diciamocelo, non è una funzione inedita, tante app ce l’hanno già, ma il bello di Telegram è che è la classica app alternativa. Fare sesso digitale su Whatsapp può essere pericoloso: anche se hai tolto la spunta blu, il partner può vedere che sei online e chiederti cosa stai facendo, per quale motivo ti becca sempre che sei lì a guardare.

Il gruppo del calcetto o del Monopoly reggono poco dopo la seconda o terza domanda inquisitoria. Che ti dovranno mai dire? Va bé che siete degli scemi ma non è che potete scambiarvi messaggi alle tre di notte, su, non regge. Tu però non ti farai più cogliere – letteralmente – in fallo: sei da un’altra parte. Il vantaggio di Telegram è che lo usano ancora in pochi nel nostro Paese e se il partner è poco avvezzo all’hi-tech probabilmente non l’avrà neanche mai sentita o comunque non l’ha ancora installata e tu farai di tutto per evitarlo. “Ma che ci devi fare? Tanto stanno tutti su Whatsapp”.

Ecco quindi che scatta la manovra a tenaglia: la squinzia sarà spinta a inviare sempre più hot stuff perché tanto si autodistruggono e il tuo cerbero sta tranquillo perché non ti vede online. Aggiungici che la chat è disponibile su ogni dispositivo, dal computer al tablet, da Linux a Windows, e il gioco è fatto, hai vinto su tutti i fronti. O forse no perché magari non sai come fare. Prima di tutto aggiorna l’app, poi apri la chat e scatta o scegli una foto. Prima dell’invio, sotto, apparirà un orologio. Scegli il timer dell’autodistruzione e olè, hai fatto. Occhio però a non fare troppo il galletto perché non tutto è rose e tette. Le foto potrai vederle nel tempo prestabilito ma non salvarle perché, se provi a fare uno screenshot, l’app spiona lo dirà alla tua disinibita corrispondente creando quindi non pochi imbarazzi. Anzi, altro che imbarazzi, niente più foto e video e tutti a casa. A meno che lei non sappia cos’è uno screenshot ma non ci sperare, non capita mai di essere così fortunati.

Se poi vuoi creare una vera macchina del male, ecco come diventare il Rocco del sexting con le chat segrete. Prima di tutto, per creare una chat a tempo vai sulla schermata principale, premi l’icona in alto a destra e scegli “Nuova Chat segreta”. Invita la compagna di (porno)merende e attendi che accetti. Nell’attesa copriti nell’ombra che neanche Assass09in’s Creed: tocca la rotellina delle impostazioni, scegli “Privacy e sicurezza” e setta chi può vedere i tuoi ultimi accessi su “Nessuno”. Se poi vuoi proprio chiuderti in una cassaforte, attiva il “Codice di blocco”: l’app non si aprirà senza averlo inserito ma preparati una scusa plausibile in caso la tua compagna prenda lo smartphone. Non è normale avere una chat bloccata e soprattutto, perché dovresti nascondere le corbellerie dei compagni del calcetto? Come minimo ti prende per un deficiente (Ma come, non era lei che non conosceva la parola screenshot?), al massimo ti manda a quel paese. Ora che sai tutto, sei pronto per andare a comandare senza farti beccare. I paradisi digitali di attendono. Anche se a tempo

Da: QUI

Scritto da Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Piu' lei e' bella, piu' lui non...funziona!
Piu' lei e' bella, piu' lui non...funziona!
(Milano)
-

È vero che a letto i maschi sono più bravi con le donne meno attraenti? Sì, ed è tutta colpa dell’ansia da prestazione.
È vero che a letto i maschi sono più bravi con le donne meno attraenti? Sì, ed è...

A letto col migliore amico? Ecco cosa accade dopo
A letto col migliore amico? Ecco cosa accade dopo
(Milano)
-

La ricerca parla chiaro: il 60% degli intervistati (125 studenti totali) hanno avuto rapporti di questo tipo. Il 10% si è trasformato in un vero e proprio fidanzamento, il 33% è finita a letto per poi tornare all'amicizia tradizionale, mentre il 25% delle
La ricerca parla chiaro: il 60% degli intervistati (125 studenti totali) hanno...

Soddisfare una donna a letto? Ecco i migliori consigli
Soddisfare una donna a letto? Ecco i migliori consigli
(Milano)
-

Può essere definita come una percezione, il modo in cui valutiamo la nostra vita sessuale, tenendo conto della frequenza degli incontri, la durata, le attività realizzate e l’intesa di coppia che riusciamo a raggiungere.
Che cos’è la soddisfazione sessuale? Può essere definita come una percezione,...

Lui prova affetto o ossessione per te? Ecco come capirlo
Lui prova affetto o ossessione per te? Ecco come capirlo
(Milano)
-

L'amore non è bello se non è litigarello, o almeno così si dice, dando per buono il fatto che i piccoli conflitti generati da caratteri diversi, siano un momento di crescita per la coppia.
L'amore non è bello se non è litigarello, o almeno così si dice, dando per buono...

Perche' i piedi femminili fanno impazzire gli uomini?
Perche' i piedi femminili fanno impazzire gli uomini?
(Milano)
-

La vita di una donna è fatta di poche certezze: l'amore per i tuoi figli, il rapporto conflittuale con tua madre, i peli che ti continuano a ricrescere nonostante la luce pulsata
La vita di una donna è fatta di poche certezze: l'amore per i tuoi figli, il...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati