ThisCrush: come funziona la nuova app del momento

(Bari)ore 19:08:00 del 02/01/2018 - Genere: , Tecnologia

ThisCrush: come funziona la nuova app del momento

Ci sono applicazioni e piattaforme che bambini e adolescenti covano per mesie che, per altrettanti mesi, rimangono sostanzialmente invisibili non solo ai genitori e agli adulti ma anche ai media.

Ci sono applicazioni e piattaforme che bambini e adolescenti covano per mesie che, per altrettanti mesi, rimangono sostanzialmente invisibili non solo ai genitori e agli adulti ma anche ai media. Mentre il fenomeno monta lentamente per poi esplodere e diventare, nel giro di poche settimane, il tema di cui parlano tutti. Com’è successo la scorsa estate con Sarahah (presto eclissatasi col suo bottino di dati personali) oppure con Musical.ly (ancora in piena esplosione). Sta accadendo anche con un’altra piattaforma, che è in sostanza la Sarahah autunno-inverno: si chiama ThisCrush, sta per qualcosa che in italiano suonerebbe come “questa cotta” o simili. Pensato come uno strumento per farsi dire qualsiasi cosa in pieno anonimato.

Nelle classi è estremamente diffuso, anche se come sempre accade con le mode digitali si allarga a macchia di leopardo. Ma il canale principale attraverso il quale si sta espandendo è Instagram. Molti utenti collocano infatti l’indirizzo Url della propria pagina ThisCrush nella descrizione del proprio profilo sulla piattaforma videofotografica fondata da Kevin Systrom e controllata da facebook. A quel punto il gioco è fatto: chiunque può cliccare su quel link e collegarsi allo spartano sito israeliano dove poter fare solo due cose. Prima: si può inviare un “QuickLike”, cioè una specie di apprezzamento generale a quello specifico profilo che aumenterà un contatore. Fine. Seconda azione, quella essenziale: si può inviare un messaggio utilizzando la casella di testo. Può essere spedito in forma anonima, e dunque si aggiungerà sulla bacheca, sopra a quelli già presenti, oppure privatamente. Il contenuto non sarà cioè visibile agli altri ma solo al destinatario. Il che non significa automaticamente che contenga l’identità di chi lo spedisce. Si parla insomma di anonimato in entrambi i casi.

Ovviamente ThisCrush, forse pensato per dare una spintarella ai più timidi, è già diventato un ricettacolo di insulti, hate speech e commenti indecorosi alla pari di altri simili predecessori, dal famigerato Ask.fm al già citato Sarahah passando per altre meno note in Europa come Whisper. A quanto pare ne parlano più le ragazze dei ragazzi e sembrerebbe coinvolgere fasce d’età un po’ più elevate del solito, dai 14 anni in su. Il fascino di uno strumento che consente di dire ciò che ci passa per la testa senza dover utilizzare nome e corpo, dunque senza metterci la faccia al costo di farsi schiaffeggiare, è dunque un evergreen della generazione Z: l’anonimato, per una fetta dell’utenza giovanile, rimane un grimaldello utile. Il punto è che se l’idea è confessare un’infatuazione o una cotta, com’è senz’altro per molti, il canale è di fatto un muro aperto a tutti dove chiunque può prendere un pennarello virtuale e lasciare un segno.

Si accetta dunque il rischio di ricevere insulti e odio, cioè di essere messi in crisi, pur di incassare magari commenti positivi, apprezzamenti, commenti adrenalinici. ThisCrush non è un’app ma appunto una piattaforma web: a ciascun utente viene assegnato un indirizzo http://thiscrush.com/~nomeutente. Per iscriversi basta un solo passaggio in cui si scelgono username e password, inserendo email e scegliendo il colore di sfondo della propria bacheca. Il gioco della viralità s’innesca appunto quando quell’indirizzo viene legato a un profilo Instagram e dunque il collegamento fra il bersaglio e l’identità è chiara ed evidente.

Da: QUI

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
Whatsapp: ecco la modalita' vacanza! Come funziona?
Whatsapp: ecco la modalita' vacanza! Come funziona?
(Bari)
-

Finalmente si può dire basta al capo che ci scrive per sapere “come stiamo” in spiaggia.
WhatsApp in brevissimo tempo ha conquistato i nostri smartphone e, di...

Auto elettrica made in Bari: 200km con 1 carica! VIDEO
Auto elettrica made in Bari: 200km con 1 carica! VIDEO
(Bari)
-

Ecco come lo scorso anno la Puglia ha dato uno schiaffo alle multinazionali. Presentata un’ auto elettrica “Made in Bari” che fa 200 km con una ricarica.
Lo scorso anno, precisamente il 9 settembre 2017, al salone dell’Automotive...

Ricordate Winamp? E' pronto a tornare!
Ricordate Winamp? E' pronto a tornare!
(Bari)
-

Uno dei programmi che ha fatto la storia dell'internet musicale fa la sua inattesa ricomparsa: sarà un player globale.
Ci sono pochi programmi che portano a galla ricordi nostalgici degli albori di...

Nicola Tesla: le scoperte VOLUTAMENTE occultate per l'umanita'
Nicola Tesla: le scoperte VOLUTAMENTE occultate per l'umanita'
(Bari)
-

Nikola Tesla: invenzioni segrete per l’Energia Libera (film e libri) – Articolo di Raffaella Menolfi
Nikola Tesla: invenzioni segrete per l’Energia Libera (film e libri) – Articolo...

Come testare la velocita' del tuo WIFI
Come testare la velocita' del tuo WIFI
(Bari)
-

Se YouTube si blocca una volta di troppo o lo streaming di Netflix appare un po’ sgranato, potrebbe essere il caso di fare un test di velocità alla vostra connessione WiFi
Se YouTube si blocca una volta di troppo o lo streaming di Netflix appare un po’...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati