Tuo figlio dipendente dalla tecnologia? Ecco come scoprirlo

(Perugia)ore 14:49:00 del 10/12/2017 - Genere: , Salute, Tecnologia

Tuo figlio dipendente dalla tecnologia? Ecco come scoprirlo

Sempre più genitori a casa sono costretti a seguire la scia dello schermo luminoso per capire dove si nascondano i propri figli, ipnotizzati da smartphone, computer e tablet.

Sempre più genitori a casa sono costretti a seguire la scia dello schermo luminoso per capire dove si nascondano i propri figli, ipnotizzati da smartphone, computer e tablet. Ma quando il troppo stroppia? Quando ci si trova di fronte ad una vera e propria dipendenza?

Il tempo non basta

Di solito si tiene d’occhio l’orologio e ci si inizia a preoccupare quando cresce il numero delle ore passate davanti allo schermo, ma in realtà non è la quantità ad essere pericolosa: è la qualità del rapporto con la tecnologia, e le sue conseguenze sulla vita di tutti i giorni, a dirci se i ragazzi sono davvero drogati” di schermo. A indicare i segnali d’allarme sono i ricercatori dell’Università del Michigan, con uno studio pubblicato sulla rivista Psychology of Popular Media Culture.

Il problema è l’ossessione

«Di solito medici e ricercatori considerano il tempo passato davanti allo schermo come l’elemento di importanza primaria per distinguere ciò che è normale e sano da ciò che non lo è. Il nostro studio dimostra invece che c’è molto di più», spiega la coordinatrice, Sarah Domoff. «Ciò che conta maggiormente è se l’uso dello schermo causa problemi in altri aspetti della vita oppure se è diventato un’attività ossessiva e pervasiva».

Gli indizi

La ricerca è una delle prime a focalizzarsi sui bambini tra i 4 e gli 11 anni, invece che sugli adolescenti. Condotta dal team di psicologi statunitensi su diverse centinaia di famiglie, ha identificato i nove indizi chiave che dovrebbero allertare i genitori.

Mancanza di controllo: il bambino fatica a staccarsi dallo schermo.

Mancanza di motivazione: il bambino sembra trovare interesse solo nell’uso di smartphone, computer e tablet.

Preoccupazione: il bambino pensa solo ai dispositivi tecnologici.

Conseguenze psico-sociali: l’uso dei dispositivi da parte del bimbo finisce per interferire con le attività della famiglia.

Problemi legati all’utilizzo: l’uso dei dispositivi viene vissuto come un problema dai familiari.

Astinenza: il bambino avverte frustrazione quando non usa i dispositivi.

Tolleranza: il bambino vuole passare sempre più tempo davanti agli schermi.

Sotterfugi: il bambino usa i dispositivi di nascosto.

Conforto: dopo una giornata storta, il bambino cerca e trova consolazione solo nell’uso dei dispositivi tecnologici.

Da: QUI

Scritto da Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Manager svela il marcio negli alimenti!
Manager svela il marcio negli alimenti!
(Perugia)
-

Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali multinazionali del cibo svela il marcio nascosto nei prodotti del supermercato.
Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali...

Chiamate dei call center? Ecco liberarsi facilmente!
Chiamate dei call center? Ecco liberarsi facilmente!
(Perugia)
-

Mentre siamo in ufficio, quando stiamo cenando con amici, nel bel mezzo di una passeggiata o dello shopping; in ogni momento possibile.
Mentre siamo in ufficio, quando stiamo cenando con amici, nel bel mezzo di una...

Samsung: ecco il nuovo Galaxy A9. VIDEO
Samsung: ecco il nuovo Galaxy A9. VIDEO
(Perugia)
-

Il nuovo Galaxy A9 ne ha quattro: un record, per immagini di qualità sempre più alta.
“Come leader globali nel settore degli smartphone, siamo ben consapevoli...

Mandorle, lo snack perfetto per chi soffre di diabete e cattivo colesterolo
Mandorle, lo snack perfetto per chi soffre di diabete e cattivo colesterolo
(Perugia)
-

Fonte di vitamine e sali minerali, di proteine vegetali, di fibre e di calcio: le mandorle, come un po’ tutta la frutta secca, sono un alimento utilissimo al nostro organismo.
Fonte di vitamine e sali minerali, di proteine vegetali, di fibre e di calcio:...

La dieta al lavoro per perdere peso
La dieta al lavoro per perdere peso
(Perugia)
-

È possibile, seguendo consigli preziosi, seguire uno stile di vita sano anche quando si è fuori casa.
Sul blog di Melarossa, tra le notizie recenti, c'è il "clichè"del pranzo in...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati