Turismo a Cosenza

(Cosenza)ore 23:27:00 del 18/12/2016 - Genere: , Cultura, Luoghi da visitare, Viaggi

Turismo a Cosenza

Da visitare i conventi di S.Gaetano e S.Domenico, il Castello Svevo, Palazzo Arnone, il Duomo e la Casa delle Culture.

Cosa vedere a Cosenza? La provincia di Cosenza è una delle più popolose d'Italia ed è l'ottava in Italia per estensione. Con i suoi 228 chilometri di coste, la provincia di Cosenza occupa il 44, 1% della superficie della Calabria, in pratica quasi tutta la porzione centro-settentrionale della regione. 
Il territorio è molto particolare, caratterizzato prevalentemente da montagne e colline. Si estende dalla costa ionica, a Est, a quella tirrenica a Ovest, dal Massiccio del Pollino a Nord, all'Altopiano della Sila grande a Sud-Est. Ci sono anche pianure, come quella di Sibari, e grandi valli, ad esempio quella del Crati. Zone collinari digradano a Nord e a Est della Sila Greca. Il tutto è caratterizzato da una grande varietà, persino da costa a costa e su ogni massiccio montuoso. Il visitatore ne rimane disorientato e affascinato allo stesso tempo.

Cosa vedere a Cosenza? Cosenza è uno dei comuni più antichi della regione: è detta infatti l'Atene della Calabria per il suo passato culturale (l'Accademia Cosentina è una delle primissime accademie fondate in Italia). Cosenza è città d'arte e cultura: tanti i musei, gli eventi tematici, le biblioteche. Da visitare i conventi di S.Gaetano e S.Domenico, il Castello Svevo, Palazzo Arnone, il Duomo e la Casa delle Culture.

Passeggiare lungo Corso Mazzini e vedere le tante statue del MAB, museo all'aperto con possibilità di ascoltare la descrizione e la storie delle opere d'arte. Visitare il convento di San Domenico. Cosa vedere a Cosenza? Incamminarsi a piedi lungo i vicoletti che portano al centro storico e sbirciare tra gli edifici: talvolta si posano gli occhi su scorci davvero pittoreschi. Arrivare al Duomo e visitarlo. Continuare a salire lungo corso Telesio verso la Villa Vecchia e il Teatro Rendano. Se si è a piedi è possibile usare le scale mobili che collegano corso telesio allo Spirito Santo. 
Se si è in macchina arrivare alla terrazza del castello svevo e godere del panorama mozzafiato.


Di sera c'è molto più movimento a Rende, a 5 minuti da Cosenza:la parte antica di Rende merita una visita serale perchè è estremamente bella e curata.
Se vi è possibile, fate un'escursione in quad o una passeggiata a cavallo nei boschi della Sila e una passeggiata a Camigliatello (che dista 30 minuti). Merita anche Diamante, sulla costa tirrenica: un vero spettacolo se vi inoltrate nei vicoletti affrescati dai tanti murales artistici.
Dove mangiare: se si ha un pò di tempo (30 minuti da cosenza)è consigliabile arrivare a Dipignano e assaggiare la vera cucina calabrese dal Cugino (circa 20 euro a testa e si mangia tanto e bene). A Cosenza Vecchia: Calabria Bella, accanto al Duomo,per pizza e ottimi piatti. Molto Particolare la Birroteca Gambrinus. gelato al limone da Zorro e caffè al Caffè storico Renzelli. Bellissima ma più costosa l'osteria dell'Arenella. 
A Corso Mazzini: aperitivo al nuovo renzelli o al caffè Mazzini e pizza al Moro. Ottimi caffè al Bar Due Palme. Ottimi i cocktail del Siddharta.
cornetti spettacolari e gelati di pizzo artigianali al Top Flight.
Su Rende (parte nuova): aperitivo al Dolci e Capricci o al Borromeo, ottimo il ristorante Rossini (specialità pesce), dopocena al Salotto delle Donne,Plaza,360, Honey.


A Rende Paese è d'obbligo mangiare all'Hosteria del Mendoza: tartufo e carne argentina a volontà, ma anche pasta fatta in casa davvero buona!si consiglia di prenotare.
Pizza su Rende Paese: sicuramente al Tracciolino, e chiedere la pizza gigante multigusto da dividere.
Dove dormire: Hotel Holiday Inn
Hotel Executive
Consigli utili: la città è molto tranquilla e si può girare con i mezzi a cifra modica (c'è il biglietto integrato). d'estate afosa: meglio spostarsi sulla costa tirrenica e visitare Diamante (i primi di settembre c'è il festival del Peperoncino che è carinissimo) e Belvedere (a luglio c'è il festival internazionale dei fuochi d'artificio...SPETTACOLARE).

Scritto da Luca

ALTRE NOTIZIE
Mussolini doveva sparire e morire come Matteotti...e cosi' e' stato..
Mussolini doveva sparire e morire come Matteotti...e cosi' e' stato..
(Cosenza)
-

Così parlò il generale Vittorio Ambrosio, capo di stato maggiore, nelle primissime ore del mattino del fatidico 25 luglio del 1943, giornata che poi si concluderà con la sconfitta del Duce alla riunione d’emergenza del Gran Consiglio del Fascismo.
«Posdomani Mussolini andrà dal Re, al Quirinale, per la solita udienza. Quando...

Cosa visitare Marrakech
Cosa visitare Marrakech
(Cosenza)
-

I luoghi di interesse di Marrakech sono raggiungibili anche in maniera autonoma ma se avete intenzione di “perdervi nei vicoli” è meglio richiedere la presenza di una guida locale ufficiale.
COSA VEDERE MARRAKECH - Un tuffo nei colori e nei profumi di Marrakech: eccovi...

Mezz'ora di volo da New York a Shangai!
Mezz'ora di volo da New York a Shangai!
(Cosenza)
-

Siamo a New York e il sole è appena tramontato. In cielo si mescolano tinte rosa e arancione e alcune persone camminano lungo una banchina dirette verso una nave bianca
Siamo a New York e il sole è appena tramontato. In cielo si mescolano tinte rosa...

Cosa vedere Pamukkale
Cosa vedere Pamukkale
(Cosenza)
-

PAMUKKALE COSA VEDERE - Una volta dentro l’area termale di Pamukkale ci si trova davanti una meravigliosa collina formata di piscine naturali inserite in terrazze di calcare di un bianco splendente, dove è possibile immergersi e godersi l’acqua curativa c
PAMUKKALE COSA VEDERE -Meraviglia geologica formata dai sali minerali contenuti...

Cosa visitare Antalya
Cosa visitare Antalya
(Cosenza)
-

Gli appassionati di golf troveranno pane per i loro denti a Belek, zona turistica con ben 15 campi da golf (in aumento) e resort di lusso in cui passare le proprie vacanze.
ANTALYA COSA VEDERE - Antalya è una delle località turistiche più conosciute...



Blog Notizie | Richiesta Informaizioni | Sitemap articoli

2013 Blog Notizie - Tutti i diritti riservati